Menu
Cerca
carabinieri

Prelievi e acquisti con bancomat rubato a un'anziana: due arresti

Avevano acquistato un cellulare e un televisione spendendo oltre 2.500 euro. Sono stati arrestati a Vimodrone.

Prelievi e acquisti con bancomat rubato a un'anziana: due arresti
Cronaca Martesana, 19 Febbraio 2021 ore 13:19

Facevano prelievi e acquisti con il bancomat rubato a un'anziana. Ma alla fine sono finiti della rete dei Carabinieri. Due persone, un uomo di 59 anni e una donna di 23, entrambi bulgari, sono state arrestate a Vimodrone giovedì 18 febbraio 2021.

Spese col bancomat rubato a Vimodrone

I Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto, per tentato indebito utilizzo di carta di credito e ricettazione, una coppia di bulgari, entrambi senza fissa dimora e con precedenti per reati contro il patrimonio, soprattutto ai danni di anziani.

I militari, durante il regolare servizio di controllo a Vimodrone, hanno notato un’autovettura con a bordo due persone con atteggiamento sospetto. Hanno dunque deciso di  procedere a  un controllo e successivamente a  una perquisizione personale e del veicolo, che è stata fruttuosa:   i due sono infatti stati trovati in possesso di una borsetta, un mazzo di chiavi, 180 euro in contanti e  una carta bancomat intestata ad una donna anziana della provincia di Lodi.

L’immediata attività d’indagine ha permesso di verificare che la coppia di stranieri, che non ha fornito spiegazioni in merito al possesso della carta bancomat, aveva precedentemente effettuato due acquisti in un negozio (un televisore e un cellulare per una somma di circa 2.600 euro) nonché due prelievi, tra il 17 ed il 18 febbraio, allo sportello bancomat per complessivi 500 euro.

Si è proceduto, così, a contattare la donna proprietaria della carta, un’italiana classe 1944, che ha confermato di essere stata vittima di furto del documento nella giornata precedente, presso un supermercato.

I due soggetti sono stati tratti in arresto e condotti presso la Casa Circondariale di Milano-San Vittore, in attesa della convalida, come disposto dall’Autorità Giudiziaria della Procura della Repubblica di Milano.