Cronaca
Emergenza covid19

Pizzul: "Il sistema sanitario territoriale deve ripartire"

Il Covid-19 ha avuto un impatto pesante anche sulla zona dell’Adda Martesana

Pizzul: "Il sistema sanitario territoriale deve ripartire"
Cronaca 23 Aprile 2020 ore 16:55

L'Adda Martesana è una delle zone con più contagiati e più decessi della città metropolitana in virtù dei suoi collegamenti con la città di Milano e con molte altre zone della Lombardia e per la presenza di grandi insediamenti logistici e di molte attività che presupponevano spostamenti significativi di persone e merci.

Le parole del capogruppo Pizzul

«L’Adda Martesana si conferma come una delle zone chiave della città metropolitana e va guardata con particolare attenzione per la gestione dell’epidemia e per la possibile ripartenza delle attività economiche e sociali. I Comuni di questa zona sono particolarmente colpiti dal Covid, ma hanno saputo organizzarsi grazie all’impegno delle amministrazioni comunali e alla rete del volontariato sociale che ha fatto sì che nessuno si sentisse abbandonato», spiega Fabio Pizzul, capogruppo del Pd in consiglio regionale.

La difficile situazione negli ospedali

Gli ospedali di Cernusco e di Melzo sono stati messi pesantemente sotto pressione e «solo grazie al grande impegno del personale sanitario, a cui dobbiamo dire un enorme grazie, sono riusciti a dare risposte adeguate alle tante richieste pervenute – continua Pizzul –. Tuttavia, si sono evidenziati grossi problemi per la sanità territoriale. Al generoso impegno dei medici di base non ha fatto riscontro la presenza dei servizi domiciliari che il sistema regionale avrebbe dovuto attivare per gestire la diffusione dell’epidemia». Non solo. L’arrivo del Covid-19 ha bloccato le attività ospedaliere di routine e molti cittadini si sono visti annullare o rimandare visite ed esami che attendevano da tempo.

Come ripartire

«Quando si parla di fase due e di ripartenza si deve avere grande attenzione per tutti coloro che hanno necessità di cure mediche per altri problemi e patologie – aggiunge il capogruppo Pd –: Covid-19 non li ha cancellati e il sistema sanitario deve ripartire al più presto per evitare che si aggravino». Per questo, secondo il Partito democratico, è fondamentale procedere al più presto al ricovero dei malati Covid in strutture dedicate perché gli ospedali possano operare in sicurezza per tutti gli altri pazienti. «La sanità territoriale dovrà essere ripensata perché sia più vicina ai cittadini: nei grandi ospedali deve andarci solo chi ha patologie gravi e di emergenza».

TORNA ALLA HOMEPAGE 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter