Controllo della Polizia Locale

Pizzeria d'asporto "da incubo": alimenti mal conservati, niente etichette e un lavoratore in nero

Sanzioni e sequestro dei cibi incriminati per l'attività di Cologno Monzese.

Pizzeria d'asporto "da incubo": alimenti mal conservati, niente etichette e un lavoratore in nero
Cronaca Martesana, 08 Febbraio 2021 ore 18:42

Pizzeria d'asporto "da incubo": alimenti mal conservati, niente etichette e un lavoratore in nero. Sanzioni e sequestro dei cibi incriminati per l'attività di Cologno Monzese.

Blitz della Polizia Locale in una pizzeria d'asporto

Diversi prodotti utilizzati per preparare le pizze erano mal conservati. Senza contare l'assenza delle indicazioni di tracciabilità, che di fatto hanno reso impossibile capire se gli stessi fossero scaduti o meno. Il controllo della Polizia Locale all'interno della pizzeria esclusivamente d'asporto di viale Toscana (angolo viale Lombardia) gestita da nordafricani è stato eseguito nel weekend assieme all'Ats, che ha riscontrato a sua volta irregolarità di tipo amministrativo. Si è trattato solo dell'ultimo controllo in ordine di tempo da parte del Comando nei confronti di attività commerciali e di ristorazione a tutela del consumatore. La pizzeria d'asporto pesantemente sanzionata (i verbali della sola Locale per quanto riguarda la conservazione dei cibi superano i quattromila euro) non è stata sottoposta a provvedimento di chiusura. Non sono state invece riscontrate irregolarità sul fronte della normativa anti-Covid.