Cronaca

Pioltello il comandante della tenenza dei carabinieri aggredito al Satellite FOTO

Il fatto è accaduto ieri sera al Satellite di Pioltello. L'aggressore è un ventenne di origini ecuadoregne.

Pioltello il comandante della tenenza dei carabinieri aggredito al Satellite FOTO
Cronaca Martesana, 18 Agosto 2018 ore 12:57

Il comandante della tenenza dei carabinieri aggredito al Satellite di Pioltello da un ventenne in stato di ubriachezza durante un controllo. L'aggressore è finito in carcere, ma dopo il processo per direttissima il giudice lo ha rilasciato.

Il comandante della tenenza dei carabinieri aggredito per aver chiesto i documenti

Nella serata di ieri, venerdì, presso il quartiere Satellite di Pioltello, i militari della Compagnia di Cassano d’Adda, unitamente al personale della Compagnia d’intervento operativo (Cio) del terzo Reggimento “Lombardia”, hanno effettuato un servizio di controllo straordinario del territorio. L'operazione era tesa a evitare il consueto assembramento di decine di stranieri che, nel fine settimana, si riversano nelle aree pubbliche del quartiere, assumendo bevande alcoliche, ascoltando musica e disturbando la quiete pubblica. E in tale contesto, i militari hanno proceduto al controllo di un ventenne ecuadoriano.

L'aggressione

Il giovane, incensurato, in evidente stato di ubriachezza, stava ascoltando musica ad alto volume in strada. Alla richiesta di fornire i documenti, il ragazzo si è mostrato restio, ostacolando il controllo di polizia e colpendo al torace il Comandante delle Tenenza che stava capeggiando il servizio. Dopodiché i militari lo hanno bloccato e tratto in arresto.

Sul posto c'erano anche gli della Polizia Locale

A supporto dei militari c'erano anche gli agenti della Polizia Locale cittadina. Hanno quindi eseguito anche una serie di controlli sui veicoli in transito.

2 foto Sfoglia la gallery

 

 

L'arresto

Dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, l’arrestato è stato tradotto presso il Tribunale di Milano per il giudizio direttissimo. E' stato poi rimesso in libertà con successivo affidamento in prova. Il servizio è continuato per tutta la serata, procedendo al controllo degli avventori degli esercizi pubblici del quartiere e delle persone di interesse operativo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter