Menu
Cerca
Cronaca

Pioltello, doppio intervento dei Carabinieri: un arresto e una denuncia per ricettazione

Nei guai un senegalese di 32 anni e un 33enne albanese, già espulso dall'Italia nel 2020

Pioltello, doppio intervento dei Carabinieri: un arresto e una denuncia per ricettazione
Cronaca Martesana, 14 Marzo 2021 ore 10:45

I Carabinieri di Pioltello ieri, giovedì 11 marzo 2021, hanno messo a segno una doppia operazione sul territorio che ha portato a un arresto e a una denuncia per ricettazione.

Carabinieri di Pioltello in azione: nei guai un senegalese

I militari della Tenenza di Pioltello sono stati contattati da una 24enne che aveva subito la sera precedente il furto del suo cellulare mentre era a Milano. Tramite un'applicazione per la localizzazione la donna era riuscita a individuare il suo smartphone, che risultava essere al quartiere Satellite. A quel punto gli uomini dell'Arma hanno iniziato il monitoraggio degli spostamenti e sono entrati in azione in un parcheggio di Cassina de' Pecchi. Lì hanno trovato il cellulare in possesso di un 33enne del Senegal, che non è stato in grado di spiegare da dove provenisse. Lo smartphone è stato quindi riconsegnato alla legittima proprietaria, mentre per il senegalese è scattata la denuncia per ricettazione.

Era già stato espulso, ma si trovava al Satellite

Sempre nel pomeriggio di ieri i Carabinieri sono intervenuti di nuovo al Satellite di Pioltello. Durante un normale servizio di controllo hanno notato un 32enne albanese già noto per essere stato espulso dal Paese lo scorso anno. I militari hanno quindi deciso di fermarsi per un controllo più approfondito e quando l'uomo ha consegnato loro il documento di identità si sono accorti che la fotografia corrispondeva al vero, ma era stata incollata sul documento di un altro connazionale. Dopo ulteriori verifiche i militari hanno avuto la conferma che il 32enne era stato espulso e aveva un divieto di ingresso in Italia per i prossimi cinque anni. Giudicato per "direttissima" presso il Tribunale di Milano è stato sopposto agli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.