Cronaca
L'importanza della cultura

Pessano, il Covid ha messo in crisi anche le suore

La storica casa editrice Mimep-Docete gestita dalle lauretane ha passato mesi complessi e ora prova a ripartire

Pessano, il Covid ha messo in crisi anche le suore
Cronaca Martesana, 14 Giugno 2020 ore 09:59

Pessano, i difficili mesi delle suore dell'editoria. Il Covid ha messo a dura prova la tenuta della Mimep-Docete, la storica casa editrice fondata nel 1965 da don Angelo Albani e don Massimo Astrua e gestita dal 1980 dalla suore lauretane.

Pessano, l'ingegno delle suore per combattere la crisi

Il peggio sembra essere alle spalle, ma per superare questi messi difficili ci è voluto tutto l'ingegno del mondo. Non sono stati giorni facili per la Mimep-Docete e per le suore lauretane. "Le entrate provenienti dalle librerie sono rimaste a zero, il nostro distributore era fermo - hanno raccontato - Abbiamo dovuto rinviare l'uscita di quindici titoli che erano pronti per essere messi sul mercato. Il nostro lavoro non è soltanto legato al guadagno, ma alla volontà di diffondere la parola del Signore e la cultura. In una situazione del genere però è impossibile fare nuovi progetti e il futuro è per forze di cose incerto".

"I libri fanno compagnia"

E così le suore lauretane, che sono ormai parte integrante della comunità pessanese, si sono messe in gioco. "Abbiamo imparato a usare Facebook e YouTube - hanno spiegato - Abbiamo chiesto agli autori delle nostre opere, che produciamo interamente a Pessano dalla correzione, alla stampa, passando per la distribuzione, di realizzare dei video per invitare le persone a recarsi in libreria. C'è ancora tanta paura, ma i libri fanno compagnia e sono uno strumento importante che va tutelato in ogni modo".

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli e le altre notizie della settimana nella Gazzetta della Martesana disponibile in edicola e nella versione sfogliabile online a partire da sabato 13 giugno 2020.

Torna alla home per le altre notizie di oggi

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter