Cronaca

Patente sospesa all'ex parroco dopo il pranzo

Un bicchiere di vino di troppo e a don Luigi Baggi, parroco di Fara ed ex guida di Trecella, viene sequestrata la patente.

Patente sospesa all'ex parroco dopo il pranzo
Cronaca Cassanese, 06 Agosto 2018 ore 13:10

Un bicchiere di vino di troppo e a don Luigi Baggi, parroco di Fara ed ex guida della comunità di Trecella, viene sequestrata la patente.

Patente sospesa al don

E’ successo a tanti di essere pizzicati da carabinieri o Polizia dopo aver consumato un pasto in compagnia o bevuto qualcosa al bar, ma se a finire nelle maglie di militari e poliziotti è un religioso, è subito clamore. E’ accaduto anche per il parroco che è incappato in un controllo e si è ritrovato a piedi.

Il sequestro

Tutti sanno che è un habitué del ristorante cassanese in riva all’Adda, che frequenta soprattutto la domenica. E così, quando è stata battuta la notizia che un sacerdote della bergamasca era stato fermato domenica dopo il pranzo in un locale sul fiume, in seguito a una manovra poco ortodossa sull’ex Statale 11 in direzione di Brescia, in paese i sospetti sono subito ricaduti su di lui. Sospetti che si trasformati in certezza quando don Baggi non si è più visto muoversi con la sua «Volkswagen Golf».

L’etilometro

Una pattuglia della Locale in servizio in zona, infatti, lo aveva seguito e fermato dopo qualche centinaio di metri. Patente e documenti in regola non sono bastati, infatti il parroco è stato invitato a sottoporsi al test dell’etilometro. E, purtroppo per lui, il tasso alcolemico era di poco superiore al consentito.

TORNA ALLA HOME PER LE  ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter