Il caso

Partono di nascosto per una vacanza a Napoli: rintracciate tre 15enni

Per loro una bella sgridata. E' andata peggio ai titolari dell'albergo partenopeo

Partono di nascosto per una vacanza a Napoli: rintracciate tre 15enni
14 Agosto 2020 ore 14:00

Partono di nascosto per una vacanza a Napoli: rintracciate tre 15enni. Per loro una bella sgridata. E’ andata peggio ai titolari dell’albergo partenopeo.

Vacanza “proibita” a Napoli per tre 15enni

Della vicenda hanno parlato i nostri colleghi di Prima Monza. Protagoniste del “colpo di testa” sono state tre ragazzine adolescenti, due residenti a Desio, la terza di Cornate d’Adda, piccolo Comune non distante dal nostro territorio. Nei giorni scorsi hanno ingannato i loro genitori, raggiungendo il capoluogo campano di nascosto, in treno. Una vacanza che per la cornatese è durata il tempo del viaggio: la ragazza, infatti, si è pentita della fuga non appena arrivata a Napoli, decidendo immediatamente di chiamare a casa e di prendere il primo treno per Milano. Nessun ripensamento, invece, per le due 15enni di Desio, che hanno scelto un hotel nei pressi della stazione, dove hanno pernottato per una notte. Il giorno successivo, tuttavia, le due desiane hanno capito che la loro fuga non avrebbe avuto lunga vita: sulle loro tracce, infatti, c’erano anche i Carabinieri, allertati dalle rispettive famiglie. Sentendosi “braccate”, le due giovani hanno quindi deciso di comunicare la loro posizione, facendosi raggiungere a Napoli dai famigliari. Per entrambe una bella lavata di capo, mentre lo stesso non si può dire per i proprietari dell’albergo dove le due ragazze avevano alloggiato. I titolari, padre e figlio di 66 e 33 anni, sono stati infatti denunciati per non aver regolarmente registrato le ragazze e per averle ospitate nonostante la minore età.

TORNA ALLA HOME. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia