Parco est delle cave critiche a Carugate per l’intenzione di uscire

A un mese dall'annuncio dell'uscita dal parco, nessuno degli altri Comuni ha contestato la decisione. E il Forum ha deciso perciò di scendere in campo.

Parco est delle cave critiche a Carugate per l’intenzione di uscire
Martesana, 22 Aprile 2018 ore 11:17

Parco est delle cave Carugate ha annunciato l’intenzione di uscire. Nessuna voce si è levata al momento da parte degli altri sindaci dei Comuni afferenti (Brugherio, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese e Vimodrone). Così ora arrivano le critiche delle associazioni ambientaliste.

Parco est delle cave

Una bacchettata è infatti rivolta proprio alle istituzioni. “Il silenzio assordante degli organi dirigenti del parco PlisEst delle Cave e dei sindaci dei Comuni che ne fanno parte è più esplicito di qualsiasi parola – si legge in un comunicato – E’ passato più  ad un mese dalla comunicazione del sindaco di Carugate Luca Maggioni della volontà di uscire dal parco”.

La firma

Il documento è firmato dal Forum consultivo di partecipazione del Plis Est delle cave, formato dalle associazioni Acea Onlus, Bene Comune Cernusco, Forum Ambiente Area Metropolitana Parco Est delle Cave, Legambiente Adda Martesana.

Inefficienza

“L’inefficienza del parco, secondo quanto si coglie da un’intervista, è la ragione di questa scelta unilaterale del sindaco Maggioni – continua il comunicato – Questi vorrebbe trasferire le aree di Carugate al più attivo parco del Pane (Parco agricolo Nord Est)”.

“Una scelta sbagliata”

“Il problema della mancanza di iniziativa e visione del Plis viene affrontato oggi da Maggioni nel modo sbagliato – hanno sostenuto – Andrà ad indebolire una realtà già esile rispetto agli iniziali obiettivi di tutela del territorio che stavano alla base della sua costituzione”.

Realtà fragile

In pratica, le associazioni sostengono che, proprio perché il Plis è una realtà fragile va rafforzato. E il compito è proprio delle istituzioni che lo compongono. Il suo ruolo è infatti quello di preservare un’area preziosa, che può diventare un luogo frequentato e che mette in collegamento i diversi Comuni.

“Faremo azioni concrete”

“Pensiamo che sia giunto il momento di fare davvero in modo che le aree del Plis Est delle Cave acquistino riconoscibilità e fruibilità per le loro valenze ambientali e paesaggistiche – concludono –  Pertanto al silenzio delle istituzioni del Plis risponderemo con azioni concrete volte a costruire tutele efficaci per il nostro territorio”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia