Parco Adda Nord, emerse irregolarità: la Regione chiede l'intervento della Procura

Parco Adda Nord, emerse irregolarità: la Regione chiede l'intervento della Procura
Cronaca 27 Giugno 2017 ore 18:26

Presunte irregolarità nell'attività di gestione del Parco Adda Nord. E' quanto è emerso dai controlli avviati dalla Regione Lombardia, che ha poi inviato tutta la documentazione a  Procura della Repubblica, Corte dei Conti, Autorità nazionale anticorruzione e Inps. A darne notizia, nel corso di una conferenza stampa convocata  a Palazzo Pirelli, l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Terzi.

"In seguito a segnalazioni da parte di alcuni componenti del comitato di gestione del Parco in merito a presunti comportamenti di dubbia legittimità posti in essere nell'ambito dell'attivita'à dell'ente Parco Adda Nord è stata avviata la verifica - ha spiegato Terzi -  L'attivita' di ispezione  si è svolta anche in contraddittorio con l'ente gestore del Parco, e ha abbracciato un lasso di tempo che va dal mese di ottobre 2016 al 21 giugno 2017. Il lavoro ha beneficiato anche della partecipazione dell'Arac, l'Agenzia regionale anticorruzione".

Gli accertamenti svolti avrebbero rilevato, in particolare, accanto a presunte irregolarita' nell'ambito di specifici procedimenti amministrativi, l'esistenza di una cattiva gestione della cosa pubblica come, ad esempio, nell'ambito della tutela della concorrenza nell'affidamento delle commesse pubbliche.

Tra le varie contestazioni, figura anche la mancata attuazione dell'attività di promozione ambientale tramite un call center dedicato, prevista in seguito all'erogazione da parte di Regione Lombardia al Parco Adda Nord, di fondi europei per un importo pari a 37.000 euro.

 "Alla luce di quanto emerso dall'ispezione regionale  si è deciso di trasmettere gli atti conclusivi della verifica alle autorità inquirenti - ha aggiunto Terzi -  Degli esiti della verifica verrà informata anche l'Autorita' nazionale anticorruzione (Anac), in ragione delle possibili violazioni della disciplina in tema di appalti e di trasparenza rilevate, nonche' ulteriori autorita' pubbliche a vario titolo interessate".

Il servizio completo con tutti gli sviluppi del caso sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 1 luglio.