Cronaca
Sicurezza sulle strade

Organizzavano eventi non autorizzati e corse clandestine, le Forze dell'Ordine sventano un raduno

Gli agenti della Polizia Locale e i Carabinieri di Trezzo sull'Adda hanno monitorato i canali social di uno degli organizzatori, un ventenne dell'hinterand, che sui social dava appuntamento ai "piloti" al parcheggio di via Oasi.

Organizzavano eventi non autorizzati e corse clandestine, le Forze dell'Ordine sventano un raduno
Cronaca Trezzese, 25 Giugno 2022 ore 10:45

Un raduno clandestino di auto truccate in piena regola, a pochi passi dal centro città. Sarebbe dovuto avvenire nella serata di mercoledì 22 giugno 2022 a Trezzo sull'Adda, ma grazie alle segnalazioni dei cittadini e all’intervento delle Forze dell’Ordine, è stato possibile risalire agli organizzatori e bloccare sul nascere l’iniziativa.

Le indagini avviate a inizio mese dopo la segnalazione di alcune corse clandestine

Le indagini sono state avviate a inizio mese, quando un raduno simile era avvenuto in via dell'Oasi, al parcheggio dell'area commerciale, in direzione Busnago. In quell’occasione, i "piloti" si erano anche cimentati in vere e proprie corse clandestine, percorrendo a folle velocità il tratto trezzese della Sp2.

Ricevuta la segnalazione, gli agenti della Polizia Locale e i Carabinieri della stazione di Trezzo si sono messi al computer per cercare di intercettare qualsiasi appuntamento di raduno o gara non autorizzata all’interno del territorio comunale. Un controllo che ha dato i suoi frutti sabato 18 giugno, quando uno degli organizzatori dell’evento clandestino, un ventenne impiegato presso un concessionario dell’hinterland, avrebbe diramato sui suoi canali social l’invito a un nuovo raduno, a suo dire "autorizzato dal Comune", nello stesso posto.

Ovviamente, nessun lasciapassare era mai stata richiesto né concesso, rendendo l’appuntamento abusivo a tutti gli effetti. Il ragazzo è stato quindi segnalato all’Autorità giudiziaria per aver creato pericolo e turbativa all’Ordine pubblico: inoltre è stato invitato a pubblicare sulla propria pagina Facebook l’avviso che il raduno sarebbe stato annullato.

Le indagini sono ancora in corso. Mercoledì due pattuglie di vigili ed altrettante dei Carabinieri hanno presidiato le aree di via Oasi e di ingresso alla città per verificare che l’evento non si concretizzasse lo stesso.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 25 giugno 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter