Fuori onda di Giunta il parroco si sente dare del fannullone e s'infuria

L'incidente diplomatico tra Amministrazione e sacerdote a Cassina de' Pecchi crea una bufera.

Fuori onda di Giunta il parroco si sente dare del fannullone e s'infuria
Martesana, 15 Marzo 2018 ore 09:05

Fuori onda di Giunta andato in diretta Facebook mette in imbarazzo l'Amministrazione di Cassina de' Pecchi. Perché nel frammento di conversazione incriminato veniva attaccato il parroco, don Massimo Donghi.

Fuori onda

"Chiedo all'assessore Tommaso Chiarella di rimettere il video della diretta della Giunta che stava trasmettendo in diretta live", recita il post che il sacerdote ha postato ieri sera, mercoledì, sul gruppo di Cassina de' Pecchi.

Ricostruzione

Da quel momento si è scatenato un rincorrersi di ipotesi. Da quanto è stato possibile ricostruire al momento, sembra che durante la riunione dell'Esecutivo Tommaso Chiarella abbia postato sul social network una diretta.

Frase incriminata

Durante la discussione si è parlato dei cortei ai funerali, che non vengono più organizzati. Qualcuno (inconsapevole della diretta), in tale contesto, e non è ben chiaro a quale riguardo specifico, avrebbe dato del "fannullone" senza "voglia di lavorare" a don Massimo. Il quale, incuriosito dall'argomento, stava assistendo alla diretta.

Post cancellato

L'incidente diplomatico è stato inevitabile. Il sacerdote si è infuriato, Chiarella ha ritirato il post. E ora si cerca una conferma della ricostruzione. Ma lo stesso don Massimo più avanti ha pubblicato un altro post: "Scusate, ma come prete e parroco fannullone e poca voglia di lavorare (con queste parole virgolettate, ndr) ho terminato ora la visita di due famiglie". Poi ha reiterato la richiesta a Chiarella di pubblicare il video.