Omicidio via Marx, l’imputato invoca la legittima difesa

Calogero Diana avrebbe ucciso con un coltello Federico Megna dopo una lite al bar.

Omicidio via Marx, l’imputato invoca la legittima difesa
Sesto, 20 Ottobre 2018 ore 18:28

Omicidio via Marx, l’imputato invoca la legittima difesa. Calogero Diana avrebbe ucciso con un coltello Federico Megna dopo una lite al bar.

Omicidio via Marx: inizia il processo

In via Marx a Sesto Calogero Diana aveva ucciso con un coltello Federico Megna dopo una lite al bar per futili motivi. La vittima era arrivata al locale insieme a due cugini, rimasti anche loro feriti nella collutazione costata la vita al 48enne. Il 58enne Diana era stato fermato in seguito alle indagini condotte da Polizia e Carabinieri. A dicembre inizierà il processo e l’imputato rischia l’ergastolo.

“E’ stata legittima difesa”

La Procura voleva risolvere il caso con il giudizio immediato. L’imputato e il suo avvocato tuttavia hanno preferito ricorrere al processo in Corte d’Assise. Diana quindi ora rischia l’ergastolo, ma vuole dimostrare che si è trattato di legittima difesa. Sostiene infatti che Megna aveva in mano il coltello e lo voleva colpire, ma lui lo ha sottratto sfruttando alcune mosse di arti marziali.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook MartesanaEventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Martesana: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve