Cronaca
Decisione

Omicidio Stucchi, uno degli arrestati ottiene i domiciliari per fare la maturità

Davide Colombi, il presunto capo della banda vimercatese contro cui si scagliarono i rivali pessanesi, ha ottenuto i domiciliari

Omicidio Stucchi, uno degli arrestati ottiene i domiciliari per fare la maturità
Cronaca Martesana, 21 Giugno 2022 ore 18:47

Arrestato nell'ambito dell'indagine dei Carabinieri che ha portato al fermo di 24 ragazzi coinvolti, a vario titolo, nell'assassinio del 21enne vimercatese Simone Stucchi, Davide Colombi ha ottenuto i domiciliari e domani, mercoledì, potrà sostenere l'esame di maturità

La concessione dei domiciliari e l'esame di maturità

Davide Colombi è considerato dagli inquirenti una delle figure chiavi della rissa tra le due bande rivali di Vimercate e Pessano che, il 29 settembre 2021, ha portato alla morte di Stucchi. Fu lui, infatti, ad aver acquistato dell'hascisc da Youssef Mahmoud Elsayed Ali Mahmoud Elgendi pagandola ottocento euro, ma rifilando al venditore delle banconote false. Da lì era nato uno scontro tra i due protagonisti e il resto delle rispettive bande, una situazione che si sarebbe dovuta concludere la notte del 29 settembre 2021. La notte in cui le due bande rivali si diedero appuntamento per "sistemare le cose".

L'epilogo fu tragico: ad avere la peggio è stato proprio il 21enne Simone che nulla centrava con il debito di droga e che invece ci ha rimesso la vita, accoltellato al cuore durante la rissa al Parco Giramondo di Pessano.

A colpirlo sarebbero stati due fratelli, all'epoca di 17 (quest'ultimo sarebbe l'autore materiale dell'omicidio) e di 15 anni, residenti a Pessano e che sono stati arrestati dai Carabinieri insieme ad altri 22 ragazzi accusati a vario titolo di di concorso in omicidio, rissa aggravata, lesioni personali, detenzione illecita di stupefacente, tentata estorsione in concorso e porto di armi e oggetti atti ad offendere.

Diede il via all'escalation di violenza che portò all'omicidio di Simone Stucchi, concessi i domiciliari per dare la maturità

Tra questi appunto il 19enne Davide Colombi,  che ha ottenuto gli arresti domiciliari per poter sostenere nella giornata di domani, mercoledì 22 giugno, l'esame di maturità.

A darne notizia è stato proprio il suo difensore, l'avvocato Cristina Biella che ha parlato di una decisione positiva da parte del gip di Milano Luca Milani (con il parere favorevole del pm Antonio Cristillo) , così come positivo è il fatto che all'interno di una così triste e negativa vicenda il ragazzo possa avere l'opportunità di riscattarsi completando il ciclo di studi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter