il caso

Omicidio di Brugherio, parla l’avvocato: “Non voleva uccidere sua moglie”

Le parole del legale dell'80enne arrestato per la morte della consorte.

Omicidio di Brugherio, parla l’avvocato: “Non voleva uccidere sua moglie”
Brugherio, 22 Agosto 2020 ore 14:34

“Non voleva uccidere sua moglie”. Parla l’avvocato dell’80enne arrestato per la morte della consorte.

“Non voleva uccidere la moglie”

Non un omicidio volontario, bensì una tragedia che sarebbe stata figlia di una situazione familiare molto difficile e che è andata sempre più degenerando fino al drammatico epilogo consumatosi all’interno di una villetta di via Caduti del Lavoro, a Brugherio. Questa la tesi che la difesa di Giuliano Luigi Bonicalzi, imprenditore in pensione, cercherà di portare avanti. L’80enne fermato venerdì 7 agosto 2020 dai Carabinieri per la morte della moglie Rosalba Teresa Rocca, 86 anni, è da allora agli arresti domiciliari. Il suo avvocato Domenico Serlenga non chiederà alcuna revisione della misura cautelare disposta dal Gip del Tribunale di Monza. E al tempo stesso non cercherà di seguire la strada dell’incapacità di intendere e di volere, quanto piuttosto (almeno questo sembra emergere) quella dell’omicidio preterintenzionale. “Il mio assistito è sempre stato lucido: non ha confessato, ma semplicemente raccontato e descritto cosa è avvenuto all’interno dell’appartamento – ha dichiarato l’avvocato dell’80enne – Non ha negato il fatto, piuttosto mancherebbe il dolo, cioè l’intenzione di provocare la morte della moglie”.

Il servizio nell’edizione della Gazzetta della Martesana disponibile in edicola da sabato 22 agosto e nella versione sfogliabile online.

Torna alla home per le altre notizie di oggi

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia