Nuovo Commissariato nelle ex Falck: firma in Prefettura

Deciso passo in avanti nell'iter per la realizzazione della struttura, che sorgerà a ridosso della Città della Salute

Nuovo Commissariato nelle ex Falck: firma in Prefettura
Sesto, 27 Settembre 2018 ore 09:17

Nuovo Commissariato nelle ex Falck: firma in Prefettura. Deciso passo in avanti nell’iter per la realizzazione della struttura, che sorgerà a ridosso della Città della Salute.

Firmato il protocollo per il nuovo Commissariato di Polizia

La firma del protocollo è avvenuta ieri, mercoledì, alla presenza del sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano, del prefetto Luciana Lamorgese, del questore di Milano Marcello Cardona e dell’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato. Il protocollo d’intesa è nato dall’esigenza espressa più volte dalla Questura di Milano e dall’Amministrazione comunale di disporre di una “nuova e più funzionale struttura in città anche in ragione delle accresciute esigenze operative”, hanno spiegato dal Municipio.

Ecco dove sorgerà il nuovo Commissariato

L’opera verrà realizzata all’interno delle aree ex Falck di Sesto San Giovanni (precisamente nel comparto Concordia – via Esedra), dove è prevista la costruzione della Città della Salute e della Ricerca.

La soddisfazione del sindaco Di Stefano

“Sono particolarmente soddisfatto di questo accordo – ha commentato Di Stefano – Evidenzia la volontà comune di tutte le istituzioni per la creazione del nuovo Commissariato a Sesto San Giovanni. Riteniamo sia un passaggio rilevante nell’ottica di creare a Sesto San Giovanni una struttura di pubblica sicurezza adeguata alla città e anche alla futura area della Città della Salute. Ringrazio Prefettura, Questura e Regione Lombardia per averci sostenuto in questo percorso che ora prevede dei tavoli tecnici operativi per portare avanti l’attuazione del protocollo. Confermiamo, con questa firma, la nostra attenzione alla sicurezza che è una priorità assoluta per la nostra Amministrazione”.

“Riconoscimento alla città che fermò il terrorista di Berlino”

L’idea di dotare Sesto di un nuovo Commissariato nacque all’indomani dell’uccisione da parte di  due poliziotti del terrorista Anis Amri, autore della strage dei mercatini di Natale di Berlino. Il tunisino venne intercettato a fine dicembre 2016 davanti alla stazione ferroviaria di piazza Primo Maggio. Sparò e ferì un agente durante il controllo dei documenti, venendo poi ucciso nel successivo conflitto a fuoco. “Regione Lombardia, anche in segno di riconoscimento delle Forze dell’ordine, promise che avrebbe realizzato un nuovo Commissariato a Sesto San Giovanni, visto che quello esistente è ormai vetusto e inadeguato – ha sottolineato De Corato – La sottoscrizione del protocollo definisce il percorso e le modalità di sviluppo del progetto per la realizzazione del nuovo Commissariato di Pubblica Sicurezza, considerando anche la grande importanza per garantire il presidio del territorio anche
nel quadro della realizzazione della Città della Salute e della Ricerca”.

Il Commissariato in comodato d’uso gratuito

L’opera sarà cofinanziata dalla stessa Regione, ente capofila nel progetto della Città della Salute che andrà a ospitare al suo interno l’Istituto dei Tumori e il Neurologico Besta. Il Comune si impegna a cedere l’immobile di sua proprietà in comodato d’uso gratuito, con manutenzioni ordinaria e straordinaria a carico del Ministero dell’Interno, e a consegnare la struttura entro 5 anni dalla data di firma della convenzione che verrà stipulata con la società MilanoSesto, incaricata dell’esecuzione dell’intervento sotto la direzione ed il coordinamento del Municipio.

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia