Non c'è più posto al cimitero, defunti "in esilio"

Nel frattempo a Cassina de' Pecchi, se non si vuole andare in frazione e nemmeno farsi cremare, il consiglio è di evitare di... passare a miglior vita.

Non c'è più posto al cimitero, defunti "in esilio"
Martesana, 14 Febbraio 2019 ore 12:54

Non c'è più posto al cimitero di Camporicco a Cassina de' Pecchi e così i defunti dovranno ancora andare "in esilio" nella frazione di Sant'Agata per un po'.

Cimitero pieno, il defunto in “esilio” nel paese accanto

Non c'è più posto al cimitero

I loculi e le tombe nel camposanto del capoluogo sono esauriti da tempo e, salvo estumazioni, non c'è la possibilità di sistemare lì il proprio caro defunto. Due le soluzioni che vengono proposte ai cittadini: o la cremazione e la collocazione delle ceneri negli ossari o il camposanto di Sant'Agata.

La frazione è lontana

Molti non gradiscono quest'ultima soluzione in quanto lontana e priva di collegamenti. Nonostante si possa optare per l'opzione temporanea, chiedendo di spostare il caro defunto a Cassina, una volta che si liberi un posto.

Ampliamento

Mercoledì sera 13 febbraio 2018 in Consiglio comunale l'assessore ai Lavori pubblici, Giovanni Passera, su interrogazione del consigliere di minoranza Andrea Maggio, ha confermato la volontà di ampliare Camporicco.

Tombe al posto della strada

Ma la soluzione individuata è quella di allargare il cimitero inglobando via don Verderio. Un progetto osteggiato dai residenti del Quartiere Aurelia che mesi fa avevano protocollato una petizione per fermare tutto. Secondo tale ipotesi infatti, la strada, da rettilineo che è ora, sarebbe disassata a formare una "c" al contrario. Passerebbe così a est del cimitero, lambendo le villette.

Progettazione

Tuttavia lo scorso anno l'Amministrazione aveva acceso un mutuo da 50mila euro per la progettazione di tale intervento (che si preannuncia problematico per via dei sottoservizi). A oggi, da quanto è emerso in aula, non risulta essere ancora stato assegnato l'incarico.

Tempi ancora lunghi

I tempi dunque per avere nuove tombe a Cassina sembrano essere ancora lunghi. Nel frattempo, se non si vuole andare a Sant'Agata e nemmeno farsi cremare, il consiglio è di evitare di... passare a miglior vita.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter