Ambiente

Niente da fare per i quattro pioppi di Cassina: saranno abbattuti

Anche la controperizia richiesta da Legambiente e Verdi ha evidenziato la pericolosità degli alberi. Ne saranno piantati altri poco più lontano.

Niente da fare per i quattro pioppi di Cassina: saranno abbattuti
Martesana, 22 Luglio 2020 ore 14:39

Niente da fare per i quattro pioppi di Cassina de’ Pecchi che l’Amministrazione aveva deciso di abbattere in quanto pericolanti. La scure era stata bloccata su richiesta di alcune associazioni ambientaliste (Verdi Cassina e Legambiente) che chiedevano di consultare un secondo agronomo, che confermasse o meno la perizia di quello incaricato dal Comune.

Alberi da abbattere

La sentenza è arrivata nelle scorse ore e purtroppo per i pioppi è negativa: sono pericolosi per la sicurezza dei cittadini che percorrono quotidianamente la pista ciclabile, per le auto e per la metropolitana.  Gli alberi si trovano a nord della stazione.

Tavolo di lavoro

Ieri, martedì 21 luglio 2020, presso la sala consiliare è stato organizzato un tavolo di lavoro, al quale hanno preso parte i tecnici del Comune, l’Assessore all’Ambiente Fabio Varisco e i rappresentanti di Legambiente e dei Verdi Cassina. Durante l’incontro. Insieme si sono trovati d’accordo sulla necessità di porre in sicurezza l’area. L’Amministrazione ha assicurato che metterà a dimora nuove essenze lungo l’asse del Naviglio nella zona del Plis (Parco locale di interesse sovracomunale) della Martesana.

Lunedì i lavori

I lavori per l’abbattimento inizieranno lunedì  e proseguiranno per tutta la settimana. Dalle 8 alle 17 sarà quindi chiuso al traffico veicolare e ciclabile il tratto di strada di via Dei Platani compreso tra via Dei Tigli e via Mazzini. La circolazione dei veicoli provenienti da via Dei Tigli sarà deviata su via Vittorio Veneto per poter raggiungere il centro del paese, mentre i veicoli provenienti da via Mazzini e via Papa Giovanni XXIII diretti a nord della metropolitana saranno deviati sulla via Kennedy.

“Prima la sicurezza”

“Abbiamo agito in maniera collaborativa, consentendo a chi nutriva dubbi di controllare lo stato effettivo dei quattro pioppi – ha commentato Varisco – L’abbattimento era imminente, ma abbiamo comunque deciso di sospenderlo in attesa di ulteriori verifiche. Ora che siamo tutti d’accordo sulla pericolosità degli alberi, è necessario agire per garantire la sicurezza dei cittadini. Questa Amministrazione si è sempre espressa a favore delle questione ambientali e proseguirà lungo la strada già delineata: presto nuovi alberi arricchiranno il nostro territorio”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia