Neosposa muore tra le braccia del marito

Neosposa muore tra le braccia del marito
29 Luglio 2017 ore 10:12
La chiesa era la stessa in cui, ventuno giorni prima, aveva festeggiato il giorno più bello della sua vita, unendosi per sempre con il suo grande amore. Mercoledì scorso, però, non ci sono stati sorrisi e applausi, ma solo tanto dolore e palloncini bianchi lasciati volare nel cielo.
Alessandra Avella, 32 anni, è  morta tra le braccia del marito a causa di un problema cardio-circolatorio latente, esploso all’improvviso di ritorno dal viaggio di nozze.  La donna, nata a Castellammare di Stabia e originaria di Scafati, in provincia di Salerno, si è spenta mercoledì scorso.
Abitava  in via Fratelli Rosselli dal settembre del 2015 insieme al compagno Nicola Accardi, di 33 anni, che per due anni ha lavorato all’On the road sulla Padana e di recente  era impiegato  all’Alc di via Bellinguer  a Pozzo, una ditta di impianti elettrici industriali e civili.
La coppia  era convolata a nozze il 5 luglio e poi era partita per le Mauritius. Poi, si era recata a  Scafati, paese di origine dei due, per trascorrere qualche giorno con  parenti e amici. Mentre faceva ritorno a Inzago, però, all’altezza  di Ponzano lungo l’autostrada A1, Alessandra si è sentita male  e ha perso conoscenza.
Il marito ha dato subito l’allarme e la carreggiata è  stata chiusa, tra Ponzano Romano e la barriera di Roma Nord, per consentire all’elicottero di atterrare.  
Il trasporto in ospedale, però, si è rivelato inutile. La donna è morta poco dopo   all’ospedale  Sant’Andrea per  un  arresto cardiaco.
 
Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in VERSIONE SFOGLIABILE WEB per smartphone, tablet e pc da sabato 28 luglio.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia