La polemica

Mancano i vaccini, monta la rabbia dei sindaci di Melzo e Liscate

A Liscate è stato rimandato l'avvio della campagna vaccinale, a Melzo ci sono 300 bambini in attesa di ricevere l'antinfluenzale.

Mancano i vaccini, monta la rabbia dei sindaci di Melzo e Liscate
Cronaca Melzese, 24 Novembre 2020 ore 09:59

Mancano i vaccini e non si sa quando i medici riceveranno le dosi richieste ad Ats Milano. I sindaci di Liscate e di Melzo sono tornati a denunciare una situazione che penalizza fortemente i propri cittadini.

Mancano i vaccini richiesti

La situazione è la stessa che colpisce diversi Comuni della Martesana (a Cologno i medici hanno interrotto le vaccinazioni): i medici di base e i pediatri hanno segnalato di non aver ricevuto sufficienti dosi per poter vaccinare la popolazione che ne avrebbe diritto, in particolare i bambini e gli over 65. Così anche le campagne vaccinali previste in collaborazione con le Amministrazioni comunali non possono partire.

La denuncia di Liscate

Nel centro Polifunzionale di Liscate la campagna vaccinale sarebbe dovuta partire ieri, lunedì 23 novembre 2020, ma è stato tutto rimandato a data da destinarsi. Il perché lo ha spiegato direttamente il sindaco utilizzando il proprio canale social:

A Melzo 300 bambini in attesa

Una situazione di difficoltà che è stata denunciata anche dal collega di Melzo Antonio Fusè durante il Consiglio comunale di ieri:

Come Amministrazione ci siamo attivati per predisporre i locali dell’ex biblioteca di via Bianchi per poter accogliere la campagna vaccinale. A oggi non sappiamo nemmeno se ci sono le dosi. Ogni giorno ricevo messaggi e telefonate di cittadini che mi chiedono come devono comportarsi. E non ho risposte da dare. Ho 300 bambini seguiti dai pediatri in attesa di ricevere il vaccino antinfluenzale, ma da Ats non vengono consegnate le dosi ai medici.

Il confronto con Ats

Stando a quanto comunicato dal primo cittadino melzese, la situazione vaccini sta facendo discutere in tutta la Provincia tanto che l’assemblea dei sindaci si è attivata per chiedere con forza ad Ats e a Regione Lombardia di intervenire in maniera puntuale con la consegna dei farmaci. Al momento, però, le risposte tardano ad arrivare.

TORNA ALLA HOME. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità