Lutto in città

Malore fatale per un melzese di 28 anni. “Mio figlio era un angelo”

Maurizio Schiavi si è spento nella notte di giovedì nella sua abitazione. Il dolore di papà Gianfermo.

Malore fatale per un melzese di 28 anni. “Mio figlio era un angelo”
Melzese, 04 Agosto 2020 ore 18:09

Si è spento nella serata di giovedì 30 luglio 2020 nella sua abitazione, colpito da un malore prima di mettersi a tavola per cena. Grande dolore a Melzo per la scomparsa del 28enne Maurizio Schiavi.

Fatale un malore mentre era a casa

L’allarme è scattato venerdì, quando il padre del ragazzo Gianfermo Schiavi ha provato a telefonare a casa al figlio. Non si sentivano da mercoledì. “Avrebbe dovuto raggiungerci al mare dove stavo trascorrendo le ferie insieme alla sorellina – ha raccontato affranto l’uomo – Non rispondeva alle mie chiamate, così mi sono preoccupato e ho chiesto a un amico che aveva le chiavi di casa di andare a controllare”. Così la tragica scoperta.

Un ragazzo introverso, timido, buono d’animo

Lunedì pomeriggio, sotto il diluvio, si è tenuto il funerale al cimitero di via Volontari del Sangue per dare l’ultimo saluto a Maurizio. “Era un ragazzo molto timido e introverso, stava nel suo, ma era veramente buono – ha continuato il padre – Ha saputo affrontare le difficoltà che la vita gli ha messo davanti. Era e resterà per sempre un angelo”. La famiglia si era trasferita a Melzo nel 2005 e Maurizio aveva frequentato gli ultimi anni di medie e il liceo al Giordano Bruno. Nel 2014 si era laureato con 110 e lode in Scienze statistiche. “Voglio ringraziare tutte le persone che ci sono state vicine in questo periodo di dolore”, ha concluso il padre.

TORNA ALLA HOME.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia