L'abbraccio della Martesana

L'ultimo saluto ad Andrea Boncompagni dell'Hemingway pub

In centinaia hanno detto addio al titolare dello storico locale di Albignano. Sul sagrato di San Maiolo hanno rombato le moto Guzzi, la sua più grande passione

L'ultimo saluto ad Andrea Boncompagni dell'Hemingway pub
Cronaca Cassanese, 26 Gennaio 2021 ore 16:20

Albignano ha detto addio ad Andrea Boncompagni, titolare dell'Hemingway pub della frazione, spentosi domenica dopo una breve malattia.

Ad Albignano i funerali di Andrea Boncompagni

Com'era immaginabile la piccola parrocchiale di San Maiolo non è stata sufficiente ad accogliere le centinaia di persone arrivate ad Albignano per dare l'ultimo saluto ad Andrea Boncompagni, titolare dell'Hemingway, storico pub lungo la Sp104. Per i funerali del 50enne, svoltisi oggi, martedì 26 gennaio 2021, sono arrivati da tutta la Martesana e non solo. Già da un'ora prima della funzione, il sagrato della chiesa ha lentamente iniziato a riempirsi. All'arrivo del feretro e dalla famiglia già decine di persone erano sul posto. Qualcuno ha seguito il funerale all'interno della parrocchiale, in tanti invece sono rimasti all'aperto.

Tra il silenzio e il rombo dei motori

Le Guzzi allineate sul sagrato di San Maiolo

Per garantire a tutti la possibilità di seguire le esequie, la parrocchia ha attivato gli altoparlanti. Sul sagrato tantissimi amici, alcuni dei quali arrivati in moto, una delle grandi passioni di Andrea. Almeno trenta Guzzi si sono allineate davanti a San Maiolo e all'uscita del feretro, dopo aver atteso in silenzio, hanno scatenato il rombo dei motori e dei clacson, per dare l'ultimo saluto all'amico e compagno di avventure.

"Non solo conosciuto, ma amato"

La funzione è stata celebrata dal parroco don Angelo Tagliabue. "Sono momenti molto difficili da vivere, specie quando ci si trova a parlare di una persona che aveva ancora metà della sua vita davanti - ha sottolineato il religioso - Le parole, specie quelle umane, non servono a molto e ci si deve affidare alla Fede, che riesce a dare speranza anche di fronte a un dolore come questo. Non è facile accettarlo, ma la vita non si misura nel numero degli anni, ma in ciò che si fa e in come la si vive. Basta guardarsi intorno oggi per capire che Andrea non era soltanto conosciuto per il lavoro che faceva, ma anche amato per la persona che era".

Il dolore di tanti

A dargli l'ultimo saluto non c'erano soltanto le centinaia di amici e clienti, ma anche l'Amministrazione, che come tanti nella frazione, aveva nell'Hemingway un punto di riferimento per riposarsi e staccare al termine degli impegni politici. "Era una persona speciale e oggi non è una bella giornata", ha sottolineato il sindaco Franco De Gregorio. Al termine delle esequie, il feretro di Andrea è stato portato al tempio crematorio. Le sue ceneri saranno poi conservate in casa.