L’ultimo saluto a don Gianfranco Redaelli a Seregno

L’ultimo saluto a don Gianfranco Redaelli a Seregno
01 Agosto 2018 ore 14:05

L’ultimo saluto a don Gianfranco Redaelli, mercoledì mattina. Gremita la Basilica di Seregno per le esequie celebrate da monsignor Roberto Busti che ha espresso gratitudine.

Gremita la Basilica per l’ultimo saluto

Gremita la Basilica di Seregno, mercoledì mattina, per le esequie di don Gianfranco Redaelli. Il decesso lunedì mattina all’età di 87 anni, mentre si trovava a Villa Sacro Cuore di Triuggio per un breve periodo di riposo. Da dodici anni il sacerdote era residente in città. Collaborava con la comunità pastorale di San Giuseppe.

“Un bravo sacerdote al servizio della Chiesa”

Nell’omelia monsignor Roberto Busti ha ricordato don Gianfranco Redaelli come un “bravo sacerdote che ha dedicato tutta la vita al servizio della Chiesa”. Il celebrante ha ricordato le diverse esperienze pastorali “risuonanti di entusiasmo nel cuore di tanti”. E “il profondo attaccamento” alla comunità locale “a cui il signore ha chiesto di dedicarsi totalmente”.

Dedicava il suo tempo al confessionale

Don Gianfranco Redaelli fino all’ultimo è stato fedele al servizio del confessionale. Non vi dedicava il tempo di qualche anno fa, ma non faceva comunque mancare la sua presenza per la gente che lo cercava e negli anni aveva apprezzato la cordialità e la profondità umana.

Riposerà a Carate nella cappella dei sacerdoti

Don Gianfranco Redaelli era stato ordinato sacerdote diocesano il 26 giugno 1955. A Milano e Sesto San Giovanni in località Cascina Gatti le sue esperienze pastorali più lunghe e significative, prima dell’arrivo a Seregno nel 2006 . Riposerà in eterno nel cimitero di Carate, dove era nato l’1 agosto del 1931, nella cappella riservata ai sacerdoti.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia