Lutto

L'ultimo grande abbraccio di Cernusco sul Naviglio all'ex assessore Ciro Angrisano

Oggi, mercoledì 3 marzo 2021, nella chiesa della Parrocchia di Santa Maria Assunta, si è svolto il funerale coi ricordi del sindaco e dei famigliari, seguito dal rito funebre al cimitero del paese.

L'ultimo grande abbraccio di Cernusco sul Naviglio all'ex assessore Ciro Angrisano
Cronaca Martesana, 03 Marzo 2021 ore 13:05

Cernusco sul Naviglio oggi, mercoledì 3 marzo 2021, ha dato l'ultimo saluto all'ex assessore allo Sport Ciro Angrisano.

Cernusco ha salutato Ciro Angrisano

Grande partecipazione oggi, mercoledì, per i funerali di Circo Angrisano, cernuschese d'adozione, da sessant'anni in città, ex consigliere e indimenticato assessore allo Sport del quale aveva una vera e propria passione. La funzione, che si è svolta alle 10.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta, è stata anticipata dai saluti del sindaco Ermanno Zacchetti, presente con la fascia tricolore e dei suoi famigliari.

"Ciro ha sempre avuto uno sguardo aperto sulla città, di cui era innamorato e per la quale ha fatto davvero tanto negli anni, sia in qualità di consigliere comunale e poi nelle vesti di assessore. Si è preso a cuore le sorti dello sport cittadino e ancora oggi era attivo nel mondo del sociale e culturale, visto che era fra i membri della Commissione per il Gelso d'oro"

Il saluto dei famigliari

Sull'altare, dopo il sindaco sono hanno dato il loro personale ricordo la moglie Alba e la figlia Arianna.

"La tua scomparsa lascia una ferita e un profondo vuoto nel cuore.  Ci siamo scelti,  io così introversa e tu con la tua positività, brioso e di buon umore.  Ho passato al tuo fianco anni intensi, felici, e meraviglioso. Come il sole hai illuminato le nostre esistenze, grazie per avermi scelto, non poteva esserci persona migliore di te. Mi piace pensare che un giorno ti rivedrò. La tua Alba"

"Ciao Papi, non meritavi di andartene. La vita è in giusta, ma non temere, ti ricorderemo. Mi hai sempre permesso di sognare in grande e di fare un sacco di cose, e ogni volta ti venivano le lacrime agli occhi. Stavolta tocca a me avere gli occhi lucidi per la tua partenza. Mi mancherai tantissimo, la tua Ari".

Anche durante l'omelia il sacerdote che ha officiato la funzione ha voluto rendere omaggio ad Angrisano.

"Il primo sentimento che dobbiamo a Ciro Angrisano è la riconoscenza. E' sempre stato una persona generosa e disponibile, da ringraziare per la disponibilità e l'intelligenza dimostrata nell'affrontare le questioni. Era uno sportivo a tutto tondo, che amava la montagna, pur essendo nato ai bordi del mare. Il suo sorriso è l'immagine del sole che bacia Napoli e che aveva nel cuore"