Lu Signuri de li fasci a Pioltello il Venerdì santo è con le vittime dei disastri ferroviari

Si ricorderanno le persone che hanno perso la vita lo scorso 25 gennaio a Pioltello, ma anche Donata Pepe, morta nell'estate del 2016.

Lu Signuri de li fasci a Pioltello il Venerdì santo è con le vittime dei disastri ferroviari
Martesana, 29 Marzo 2018 ore 08:17

Una tradizione che rivive nel giorno in cui si commemora la morte di Gesù Cristo. Il Venerdì santo a Pioltello significa anche Lu Signuri de li fasci, la celebrazione religiosa portata a Seggiano dagli esuli di Pietraperzia.

Venerdì santo per le vittime dei disastri ferroviari

La tradizionale celebrazione con le fasce di lino in processione per le vie di Seggiano, si terrà a partire dalle 20.30 con ritrovo presso la chiesa vecchia in via del Santuario. Il rito sarà aderente alla tradizione che da 50 anni viene tramandata di padre in figlio. La differenza di quest'anno sta nella scelta di pregare in maniera specifica anche per le vittime dei disastri ferroviari. Per quello avvenuto a Pioltello, ma anche per le altre tragedie che hanno coinvolto anche dei pioltellesi.

Presenti i parenti delle vittime

"Abbiamo invitato i parenti delle persone che hanno trovato la more sui binari della Treviglio Milano il 25 gennaio scorso - ha spiegato il presidente della Comunità Pietrina Enzo Falzone - Con loro ci sarà anche il figlio  di Donata Pepe, la donna che ha trovato la morte nell'incidente ferroviario avvenuto nell'estate del 2016 in Puglia. Vogliamo pregare per loro, per i parenti e perché per intercessione della Madonna questi disastri non avvengano mai più".