Nuova location per matrimoni: la Cappella di Villa Alari

I futuri sposi potranno sceglierla per celebrare il rito civile.

Nuova location per matrimoni: la Cappella di Villa Alari
Martesana, 15 Luglio 2019 ore 17:14

Nuova location per matrimoni: la Cappella di Villa Alari. I futuri sposi potranno sceglierla per celebrare il rito civile.

Una nuova location per matrimoni

Nei giorni scorsi la Giunta ha inserito la cappella gentilizia sconsacrata negli spazi comunali a disposizione per le celebrazioni stabilendone tariffe e modalità d’uso. Il costo stabilito è di 300 euro per i residenti e 600 euro per i non residenti. Lo spazio permetterà di ospitare al suo interno al massimo 24 persone. "Ricordiamo infatti che all’interno della cappella dedicata a Santa Teresa, sono presenti affreschi restaurati grazie a un recente intervento conservativo che si è concluso lo scorso anno e che ha visto ritocchi delle parti mancanti e perdute sia del colore, sia degli stucchi - ha spiegato l'Amministrazione - E' stata anche installata una nuova illuminazione che permette di poter fruire al meglio le opere d’arte".

Muri e cupola affrescati

Voluta dal conte Alari per rispetto della tradizione, la cappella non è situata nel cuore della struttura, come in altre ville: la sua collocazione periferica risultava luogo di connessione tra i proprietari e la Città. La Cappella è composta da due corpi: quello più ampio a forma ottagonale che era riservato ai fedeli e che oggi ospiterà le cerimonie, sovrastato da una cupola ellittica sulla quale è raffigurata la gloria di San Giacinto. Il secondo corpo, molto più piccolo, separato da una balaustra in marmo policromo, contiene l’altare per le celebrazioni. Sull’altare vi è stata ricollocata dopo il suo restauro in occasione della Fiera di San Giuseppe del 2018, la tela di Isidoro Bianchi (1729) che rappresenta l’omaggio di Santa Teresa e San Giacinto davanti alla Vergine.

"Un luogo di alto valore storico"

“La scelta di celebrare il rito civile del matrimonio all’interno di questo spazio così affascinante e importante per la città, è stata fatta con due obiettivi – ha spiegato l’assessore ai Servizi al cittadino Luciana Gomez -: il primo è quello di poter aprire un luogo di alto valore storico e culturale anche al di fuori dei momenti dedicati alle visite guidate e alle aperture straordinarie; il secondo è quello di poter mantenere lo stato conservativo di affreschi e stucchi: l’utilizzo di luoghi come questo deve essere incentivato per poterne godere nel tempo”.

2 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.