L'alcol non ha aiutato

Litigi da ubriaco con la sorella e minacce ai Carabinieri: finisce in carcere

L'uomo residente a Brugherio era agli arresti domiciliari per droga ed estorsione: per lui aggravamento della misura cautelare

Litigi da ubriaco con la sorella e minacce ai Carabinieri: finisce in carcere
Brugherio, 02 Ottobre 2020 ore 19:03

Litigi da ubriaco con la sorella e minacce ai Carabinieri: finisce in carcere. L’uomo residente a Brugherio era agli arresti domiciliari per droga ed estorsione: per lui aggravamento della misura cautelare.

Litigi con la sorella e minacce ai Carabinieri: in carcere

Parenti serpenti, recita il detto. Se poi a tutto si somma anche una grande quantità d’alcol ingerito, il gioco e il danno sono fatti. Lo dimostra quanto avvenuto sabato 26 settembre 2020 in via San Maurizio al Lambro, a Brugherio. A iniziare a litigare furiosamente per futili motivi sono stati un 54enne, M.A., sottoposto agli arresti domiciliari dopo una condanna in primo grado a quattro anni per droga ed estorsione, e la sorella. Tra i due sono volati insulti e pure qualche scapaccione. Non nuovi a sfuriate del genere, per tranquillizzarli è stato necessario l’intervento di una gazzella dei Carabinieri di via Dante.

L’alcol ha incendiato gli animi

Tutti e due in palese stato di alterazione alcolica, a dar maggiori problemi è stato l’uomo, che all’arrivo dei militari ha pensato bene di insultare e minacciare pure loro. Un atteggiamento che gli è costata una denuncia. Non solo. Visto l’ennesimo episodio di intemperanza e le numerose violazioni agli obblighi imposti, è stato richiesto al Tribunale l’aggravamento della misura cautelare nei suoi confronti. Per lui si sono chiuse le porte dell’appartamento di via San Maurizio e si sono aperte quelle di un’altra “casa”, quella circondariale di Monza.

TORNA ALLA HOME. 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia