Cronaca

Libri scritti... con gli occhi a Inzago

Salvina, affetta da Sla, non ha rinunciato alla sua voglia di comunicare.

Libri scritti... con gli occhi a Inzago
Cronaca Cassanese, 25 Gennaio 2019 ore 13:40

Ospite dell'Rsd, la donna ha già pubblicato due libri.

Libri e pensieri dagli occhi alla carta

E' determinata e combattiva, una vera "guerriera". Salvina Candarella, 50 anni, della Residenza sanitaria disabili Simona Sorge, che fa parte della Fondazione Sacra Famiglia Onlus sede di Inzago, da 11 anni è affetta da Sla. La malattia, però, non ha fermato la sua voglia di comunicare e, grazie all’ausilio di un sintetizzatore vocale che riesce a comandare con gli occhi, ha già scritto due libri.

Racconta di sé e della malattia

Nel primo volume del 2016, "Silenzio Lacrime Amore", racconta la sua storia. Nell'ultimo, appena pubblicato, spiega come si vive in un corpo "intrappolato". "Cara stronz@ ti scrivo" non è orientato alla tristezza, anzi. Illustra gli affetti di Salvina e le attività che svolge, come quella teatrale con il gruppo "Gli Scarrozzati".

Fieri di lei

Chi le sta accanto non può che essere fiero di conoscerla. "E’ un esempio anche per gli altri - ha raccontato l’educatore Paolo De Gregorio - Da 11 anni combatte la sua personale battaglia con forza, coraggio e, soprattutto, dignità".
Salvina è una donna forte e determinata. "Questo è un esempio di come si concretizza la mission di Fondazione Sacra Famiglia: con il contributo prezioso e insostituibile del personale, dei volontari e dei familiari, che sostengono e supportano Salvina nel realizzare i suoi progetti, e non ultima lei, che attraverso la scrittura ha trovato il canale comunicativo per raccontarsi e raccontarci la sua esperienza di persona fragile",  ha detto la direttrice Valentina Siddi.
Tutti i dettagli e le interviste sul numero della Gazzetta dell'Adda in edicola e online da sabato 26 gennaio.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.