Cronaca
Intervento

Per sfuggire alla cattura lancia sul tetto un sacco con dentro undicimila euro, ma viene beccato

Martedì 16 novembre 2021 i militari hanno arrestato un 23enne a Vaprio d'Adda che in casa aveva una pistola e della droga.

Per sfuggire alla cattura lancia sul tetto un sacco con dentro undicimila euro, ma viene beccato
Cronaca Trezzese, 17 Novembre 2021 ore 18:56

Per sfuggire ai Carabinieri lancia sul tetto un sacco con dentro undicimila euro, ma viene beccato. E' stato arrestato martedì 16 novembre a Vaprio d'Adda dai Carabinieri della Tenenza di Cassano d'Adda in sinergia con il Nucleo radiomobile, un 23enne residente in paese che in casa aveva anche una pistola non registrata e della droga.

Vaprio d'Adda, per sfuggire alla cattura lancia sul tetto un sacco con dentro 11mila euro

Un ragazzo di 23 anni, italiano già noto alla Forza pubblica, è stato arrestato martedì 16 novembre 2021 nel  pomeriggio a Vaprio d'Adda. A mettergli le manette sono stati i Carabinieri della Tenenza di Cassano d'Adda che hanno agito in sinergia coi colleghi del Nucleo radiomobile. Le accuse nei suoi confronti sono di detenzione di sostanze stupefacenti e possesso di arma clandestina. Quando ha visto i Carabinieri ha cercato invano di far sparire undicimila euro in contanti lanciandoli sul tetto.

Le indagini e il bliz

L'intervento dei militari è arrivato a seguito di una serie di controlli sullo spaccio che hanno portato direttamente al vapriese. Verso le 17, i Carabinieri si sono presentati a casa sua e appena il giovane ha visto l'auto della pattuglia sotto l'abitazione ha pensato bene di lanciare sul tetto della casa un sacco con qualcosa all'interno.  Quando i carabinieri hanno recuperato la busta, hanno scoperto che dentro c'erano 11mila euro, tutti in contanti.

La perquisizione in casa

Le sorprese, però, non erano finite lì. Dalla camera da letto dell'appartamento sono infatti saltati fuori una pistola calibro 6.35 con matricola abrasa, 21 proiettili per l'arma oltre che quasi 4 grammi di cocaina già suddivisi in dosi. Al giovane finito in manette sono stati poi sequestrati anche altri 800 euro in contanti che aveva nel portafogli.