Lambro verde, individuato il colpevole

Si tratta di un'azienda farmaceutica locale. L'allarme era scattato ieri sera.

Lambro verde, individuato il colpevole
Martesana, 25 Luglio 2018 ore 14:06

Lambro verde individuato il colpevole.

Beccati i responsabili

A BrianzAcque, è bastata una sola nottata per risalire all’autore e alla causa dell’episodio che, a partire dalla sera di ieri, ha colorato le acque del depuratore di Monza San Rocco e del Lambro di verde.  Secondo gli accertamenti eseguiti a tempo di record,  la mutazione cromatica delle acque  è da ricondurre all’immissione anomala nelle reti  del collettore fognario  di fluoresceina. A originare l’afflusso, un’industria farmaceutica locale, che produce questa sostanza, un colorante attivo, biodegradabile utilizzato anche per scopi medici e come tracciante delle acque sotterranee. Nonostante il forte impatto visivo, si tratta di un composto privo di tossicità.

Le indagini

Fin dai primi avvistamenti del cambiamento di colore delle acque in ingresso e in uscita dall’impianto di depurazione di San Rocco, il personale della divisione tecnica di BrianzAcque si è prontamente attivato per individuare la causa dell’accaduto  e per contenerne gli effetti. “Grazie alla biodegradabilità della sostanza, il fenomeno è destinato ad esaurirsi autonomamente”, spiegano i tecnici dell’azienda.

Le rassicurazioni, il precedente e la denuncia

Nel frattempo Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente, ha eseguito una serie di campionamenti per effettuare le analisi chimiche sulle acque colorate di verde.  Un caso analogo, ma di dimensioni più contenute, si era già verificato nel 2013 e, anche in quella occasione, non si erano verificati impatti  ambientali. Gli effetti visivi dello scarico anomalo nel Lambro sono stati riscontrati nei Comuni a valle del depuratore del capoluogo brianzolo: Brugherio, Cologno Monzese e Sesto San Giovanni. BrianzAcque segnalerà l’accaduto alle autorità competenti.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI