Menu
Cerca

Incidente costato la vita al tassista eroe: il VIDEO dello schianto

A seguito dell'incidente Eugenio Fumagalli, 47 anni, tassista, si era fermato a prestare soccorso ma è stato travolto e ucciso.

Cronaca 21 Gennaio 2019 ore 14:29

La Polizia di Stato ha diffuso questa mattina, lunedì 21 gennaio, a seguito della conferenza stampa tenutasi a Milano, il video del grave incidente avvenuto sulla Milano Meda la notte tra sabato 12 gennaio e domenica 13. Il video riguarda il tamponamento causato da un’auto pirata, guidata da un lazzatese di 26 anni, che ha provocato il ribaltamento di una Fiat 600 con a bordo due fidanzatini brianzoli, usciti miracolosamente illesi dalla vettura.

QUI LA TESTIMONIANZA DEI DUE FIDANZATINI

Dopo aver tamponato l’auto il lazzatese si è fermato per qualche istante per poi ripartire. E’ stato rintracciato qualche ora dopo a casa sua dalla Polizia. Agli agenti ha raccontato di essere scappato per “paura”, avendo assunto nel corso della nottata diverse bevande alcoliche.

LEGGI ANCHE: Tragedia sulla Milano-Meda, rintracciato dalla Polstrada il pirata

Dubbi sul tasso alcolemico

A seguito di controllo etilometrico, avvenuto a circa 6 ore di distanza dall’incidente, il lazzatese è risultato avere ancora un tasso alcolemico nel sangue compreso tra lo 0,50 e lo 0,52 g/l. Per il ragazzo, con reiterati precedenti penali e di Polizia per guida in stato di ebbrezza, sono stati disposti i domiciliari per fuga e omissione di soccorso. La misura è stata poi convalidata dal Gip di Monza che ne ha disposto gli arresti domiciliari per la sola ipotesi di fuga.

Fumagalli travolto dopo essersi fermato a prestare soccorso

A seguito del grave incidente, tra le diverse persone che si sono fermate a prestare soccorso, c’era anche il tassista Eugenio Fumagalli, 47 anni, residente a Carugo ma nato e cresciuto ad Albiate. Stava rientrando a casa dopo il turno di lavoro.

Pochi istanti e, sul luogo dell’incidente, sono sopraggiunte altre due vetture che, forse per la scarsa visibilità, non sono riuscite a fermarsi, andando a schiantarsi contro la «600». Si tratta di una Renault Clio guidata da un 47enne di Meda e una Volkswagen Passat guidata da un romeno residente nel Milanese. Fumagalli è stato travolto e ucciso sul colpo in quegli istanti, in una dinamica ancora tutta da ricostruire.

QUI LE IMMAGINI DEL FUNERALE CHE SI E’ SVOLTO SABATO AD ALBIATE