Niccolo' ha solo dieci anni

Inciampa in uno dei manufatti del Comune e gli devono mettere dieci punti in testa. La famiglia chiede giustizia

Il giovane segratese se l'è vista davvero brutta. I genitori denunceranno il Comune

Inciampa in uno dei manufatti del Comune e gli devono mettere dieci punti in testa. La famiglia chiede giustizia
Cronaca Martesana, 27 Settembre 2020 ore 09:39

Inciampa e si fa male. La famiglia denuncerà il Comune di Segrate che ha posizionato quei manufatti in via XXV Aprile.

Inciampa e picchia la testa

"Quegli affari sono pericolosi, sono delle vere e proprie trappole". A parlare è il padre di Niccolò Erba, 10 anni, che è inciampato in uno dei manufatti in cemento in via XXV Aprile a Segrate. Il bambino è poi finito un cubo che si trova poco più avanti ferendosi alla testa. Ha perso conoscenza e si è svegliato in una pozza di sangue. In ospedale i medici hanno dovuto mettergli dieci punti.

"Denunceremo il Comune"

"Niccolò a causa del trauma ha perso i sensi - ha raccontato il padre - Si è ripreso quasi subito, ma è uscito molto sangue. Quando tutto sarà finito sporgeremo denuncia contro il Comune. Non credo, infatti, che quei manufatti siano a norma e voglio che non succeda più una cosa del genere". E' stata chiamata anche la Polizia Locale, che ha raccolto le testimonianze e stilato un rapporto.

Nella Gazzetta della Martesana

Tutti i dettagli, le foto e le dichiarazioni sulla Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 26 settembre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.