Cronaca
Da non credere

In Ucraina per salvare i cinque nipoti, abusivi le occupano la casa in cui doveva ospitarli

Provvidenziale l'intervento della Polizia Locale che è riuscita a far sgomberare l'appartamento in tempo per l'arrivo dei profughi in fuga dalla guerra.

In Ucraina per salvare i cinque nipoti, abusivi le occupano la casa in cui doveva ospitarli
Cronaca Martesana, 28 Marzo 2022 ore 08:54

Era partita per l'Ucraina per salvare i cinque nipoti minorenni bloccati a Mariuopol. Voleva portarli con sé, a Pioltello, nell'appartamento in cui abita in via Cilea. Ma sulla strada del ritorno la terribile sorpresa: qualcuno le aveva occupato abusivamente la casa.

In Ucraina per salvare i nipoti, le occupano la casa

Ad accorgersene è stata una parente rimasta in Italia che, in attesa dell'arrivo della zia, è andata a Pioltello per sistemare l'appartamento che avrebbe ospitato i profughi. Giunta al pianerottolo ha infilato le chiavi nella toppa della casa, ma si è resa conto che qualcuno aveva cambiato la serratura. Approfittando della momentanea assenza della proprietaria, infatti, un uomo aveva forzato l'ingresso e vi si era introdotto insieme alla moglie e a un figlio. Una volta dentro aveva persino cambiato la serratura, portando a termine l'occupazione abusiva.

L'intervento della Polizia Locale

La donna, disperata, si è rivolta al Comando della Polizia Locale per chiedere loro di aiutarla, di liberare l'appartamento in tempo per l'arrivo della zia e dei cinque nipoti minorenni. Gli agenti, sotto il comando di Mimmo Paolini, si sono recati in via Cilea per constatare lo stato della situazione. Al loro arrivo in casa c'era solo l'uomo. Il personale ha verificato che effettivamente la porta era stata forzata e precedentemente avevano verificato chi effettivamente fosse la proprietaria dell'immobile. Così hanno intimato all'uomo di lasciare l'appartamento altrimenti sarebbero intervenuti con la forza.

La casa è stata liberata

Non molto tempo dopo al Comando si è presentata la moglie dell'occupante che ha restituito le chiavi assicurando la liberazione dell'immobile. L'uomo è stato comunque denunciato per violazione di proprietà privata,  danneggiamento e occupazione abusiva. La donna che si era rivolta alla Polizia Locale ha così ottenuto le chiavi ed è potuta entrare nell'appartamento, giusto in tempo per prepararlo all'arrivo della zia e dei nipoti in fuga dalla guerra tra Russia e Ucraina.

I complimenti di Salvini

La notizia ha velocemente fatto il giro dello Stivale, tra indignazione per quanto accaduto e complimenti per l'operato della Polizia Locale. Elogi che sono arrivati anche dai massimi esponenti della politica italiana, come per esempio il senatore e leader della Lega Matteo Salvini che non ha esitato a complimentarsi con il comando pioltellese per l'egregio lavoro svolto.

 

Seguici sui nostri canali