Imprese eccezionali, a compierle è un amputato

Massimo Cavenago, residente a Peschiera, vuol far rivalutare il concetto di disabile.

Imprese eccezionali, a compierle è un amputato
Martesana, 20 Ottobre 2018 ore 10:27

A 49 anni e senza una gamba realizza imprese eccezionali.

Imprese eccezionali anche senza una gamba

Tre anni fa l’amputazione della gamba, che non ha potuto evitare. Ma da allora Massimo Cavenago, 49 anni, residente a Peschiera non si è arreso e si è concentrato sulla sua passione, lo sport. I continui sforzi e allenamenti l’hanno portato a compiere imprese eccezionali. Il suo obiettivo e far rivalutare il concetto di disabile nella società. Insieme ad altri atleti come lui ha percorso una staffetta di 130 chilometri, con 12mila metri di dislivello positivo, da Gressoney a Courmayeur. E non è l’unica grande avventura che è riuscito a portare a termine.

L’intervista e tutti i dettagli delle ultime imprese compiute sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 20 ottobre.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia