Ambiente

Impianto biogas di Masate, i sindaci non presentano il ricorso al Tar

Depositati invece quelli di Legambiente e del Comune di Inzago

Impianto biogas di Masate, i sindaci non presentano il ricorso al Tar
Trezzese, 04 Ottobre 2020 ore 12:22

Il Coordinamento dei sindaci per l’ambiente non  ha presentato ricorso al Tar, il Tribunale amministrativo regionale, contro l’insediamento dell’impianto di biogas a Masate.

Biogas Masate, niente ricorso dei sindaci

Il Coordinamento dei sindaci per l’ambiente, formato dai borgomastri di Masate, Basiano, Trezzano Rosa, Pozzo d’Adda, Gessate e Bellinzago, ha deciso di non presentare un ricorso al Tar contro l’autorizzazione all’impianto di biometano proposto da Energa Masate, rilasciata a luglio da Città metropolitana. I sindaci, che si sono riservati di procedere eventualmente con altre tipologie di impugnazioni, prima di decidere avevano incaricato un legale per valutare le varie possibilità. A scoraggiare il Coordinamento dal procedere c’è stata anche una lettera inviata loro da Cem ambiente (la partecipata che gestisce la raccolta rifiuti nell’Est milanese), che li invitava a non procedere con azioni legali in attesa di ulteriori valutazioni. Hanno invece scelto di procedere Legambiente, appoggiata dai comitati No biogas Masate, No biogas Inzago, Civico Gessate e dai gruppi X8Miglio e Cà Bianca, e il Comune di Inzago con il sindaco che ha criticato la lettera inviata da Cem.

Nella Gazzetta dell’Adda

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta dell’Adda in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 3 ottobre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia