Il trituratore di inerti preoccupa tre Comuni

Il sito di trattamento di rifiuti legati all'edilizia deve sorgere a Cernusco sul Naviglio, ma al confine con Bussero e a poca distanza da Cassina de' Pecchi.

Il trituratore di inerti preoccupa tre Comuni
Martesana, 10 Luglio 2019 ore 15:48

Preoccupa e parecchio il trituratore di inerti che l’azienda “Demid” intende costruire a Cernusco sul Naviglio, ma al confine con Bussero e a poca distanza da Cassina de’ Pecchi. Martedì sera 9 luglio 2019 in quest’ultimo Comune i Verdi hanno organizzato in sala consiliare un incontro pubblico sull’argomento.

Trituratore di inerti

L’impianto previsto dovrebbe sorgere in località Fornace. Servirà per sminuzzare i rifiuti derivati dall’edilizia. Il materiale ricavato può essere riutilizzato, ad esempio per i fondi stradali o per le fondazioni di nuove edificazioni. Economia circolare, dunque, volta a ridurre al massimo la produzione di rifiuti. E sin qui i Verdi sono d’accordo.

Le preoccupazioni

Ciò che contestano è la collocazione. Il sito infatti, si trova vicino a Cassina a meno di 200 metri dalle abitazioni di via La Malfa e a meno di 500 dalla scuola dell’infanzia di via Gramsci. Si prevede che porterà traffico e inquinamento di mezzi pesanti, rumori e polveri. Non è chiaro al momento quanto tali elementi incideranno sulla qualità ella vita del quartiere perché nella relazione tecnica presentata dall’azienda i calcoli sull’impatto sul circondario sarebbero stati eseguiti solo su Bussero, che è direttamente confinante.

Critica a Cernusco

“Non capiamo perché quel fazzoletto di terra sia stato mantenuto a destinazione industriale nel Pgt di Cernusco – ha detto l’esponente ambientalista ed ex assessore cassinese all’Ambiente Tommaso Chiarella – E’ circondato da aree agricole con vincolo strategico, che possono essere danneggiate dalle polveri”.

Osservazioni

Attualmente l’azienda ha presentato a Città metropolitana una Via (valutazione di impatto ambientale). Amministrazioni, cittadini e portatori di interesse hanno tempo fino al 31 agosto per inoltrare osservazioni contro il progetto. Che è quanto l’Amministrazione avrebbe intenzione di fare secondo l’attuale assessore all’Ambiente Fabio Varisco, intervenuto alla serata.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia