Ha curato diversi progetti

Il tocco di un inzaghese impreziosisce la cupola della cattedrale di Cuba

A soli 40 anni vanta un curriculum di tutto rispetto. E' intervenuto anche alla basilica della Natività a Betlemme.

Il tocco di un inzaghese impreziosisce la cupola della cattedrale di Cuba
Cassanese, 27 Settembre 2020 ore 09:36

C’è il suo tocco, la sua impronta, su molti importanti interventi strutturali in varie parti dl mondo. La “sua” Inzago è orgogliosa dell’architetto De Ponti.

Un tocco professionale

A soli 40 anni vanta un curriculum di tutto rispetto. La “sua” Inzago è orgogliosa dell’architetto Riccardo David De Ponti, nipote dello storico medico Emilio e figlio della pediatra Giusy. C’è la sua impronta nella cattedrale di Santiago di Cuba e nella basilica della Natività a Betlemme. Non solo: l’inzaghese ha effettuato interventi importanti in diverse città del mondo.

E’ il “dottore” degli immobili

Un po’ come fa un dottore con il proprio paziente, l’architetto “cura” i siti per rimetterli a nuovo. L’inzaghese, dopo aver frequentato il Liceo scientifico a Caravaggio, ha conseguito la laurea al Politecnico di Milano ed è un architetto tecnico specializzato con un master di secondo livello in restauro, manutenzione e sicurezza degli edifici storici e monumentali. In qualità di libero professionista ha collaborato a diversi progetti in Italia e all’estero.

Sulla Gazzetta dell’Adda

Il servizio completo con le foto dei suoi interventi e l’intervista sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 26 settembre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia