Menu
Cerca

Il partigiano Luigi si è spento

Aveva ricevuto diversi riconoscimenti anche dal Comune di Gorgonzola.

Il partigiano Luigi si è spento
Cronaca Martesana, 13 Luglio 2019 ore 14:30

Oggi, sabato 13 luglio 2019, si è tenuto il funerale del partigiano Luigi Fossati. L'intera città di Gorgonzola è in lutto per la sua scomparsa.

L'ultimo saluto al partigiano Luigi

Oggi, sabato 13 luglio 2019, si è tenuto il funerale di Luigi Fossati, partigiano gorgonzolese che si è spento nella notte tra mercoledì e giovedì a 95 anni. Era stato  il comandante del distaccamento locale della 105esima Brigata Garibaldi. Lascia la moglie Serafina Maggioni, i figli Vittoria e Andrea, il genero Mauro, la nuora Monica, i nipoti Marco e Martina, le sorelle Mariuccia e Concetta, molti amici e parenti.

Il ricordo dell'Anpi

"Luigi è nato a Gorgonzola il 21 settembre 1923 - hanno detto i membri del Direttivo della locale sezione dell'Anpi - Fu tra i primi partigiani di Gorgonzola. Dopo l’8 settembre 1943, abbandonata la divisa ed evitate la cattura e la deportazione in Germania, tornò a casa, rimanendo nascosto alla Corte Chiosi dove abitava. Carlo Merlini e Fossati cominciarono a organizzare quei giovani in un gruppo di Resistenza riunendosi nel cascinotto di Luigi (che si trovava nei pressi dell'attuale stazione della metropolitana), dove erano liberi di parlare e di pianificare le azioni contro i nazifascisti. Ed è in quel cascinotto che è nato ufficialmente il distaccamento di Gorgonzola della 105esima brigata Garibaldi, distaccamento del quale Fossati assunse il comando militare".
Nei giorni dell'insurrezione partecipò alle azioni di attacco alle colonne di nazifascisti in ritirata che giungevano da Melzo e da Cassano d'Adda. "A Luigi diciamo: riposa in pace - hanno concluso i rappresentanti dell'Anpi - Ma noi non possiamo riposare, non possiamo dire di essere stanchi e dobbiamo continuare in quelle lotte che lo hanno vista protagonista perché (come ci ha sempre ricordato) nulla è conquistato per sempre. Pensiamo che questo sia il modo migliore per ricordarti".

Aveva ricevuto diversi riconoscimenti

Nel novembre del 2016, dopo essere stato già premiato a Milano con la medaglia per la Resistenza, al gorgonzolese era stato consegnato un riconoscimento in Consiglio comunale. Fossati maturò il suo spirito antifascista in famiglia, sin da bambino. Chiamato in Aeronautica nell’aprile 1943, era ad Aviano quando fu annunciato l’armistizio dell’8 settembre. Le prime operazioni furono della 105esima Brigata Garibaldi furono soprattutto di disarmo.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.