La testimonianza

Il Covid19 l’ha tenuto due mesi in coma e quattro in ospedale. Ora è a casa

Giovanni Brambilla, 66 anni, di Trezzo sull'Adda ha deciso di raccontare la sua terribile esperienza con il Coronavirus per ringraziare il personale medico di Saronno.

Il Covid19 l’ha tenuto due mesi in coma e quattro in ospedale. Ora è a casa
Trezzese, 10 Ottobre 2020 ore 13:31

Sessantaseienne di Trezzo sull’Adda è rimasto due mesi in coma farmacologico e complessivamente quattro in ospedale a causa del Covid19.

In coma per due mesi e quattro in ospedale per vincere il virus

A causa del Coronavirus è rimasto due mesi in coma farmacologico, intubato alla macchina per la respirazione indotta. Alla fine, prima di tornare nella sua Trezzo e riabbracciare i suoi cari, Giovanni Brambilla ha dovuto aspettare complessivamente quattro mesi e mezzo. Oggi il 66enne trezzese, imprenditore in pensione, che sta ancora facendo controlli e riabilitazione motoria, ha voluto ringraziare pubblicamente lo staff medico del reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Saronno: «Non so se altrove ce l’avrei fatta a sopravvivere».

L’articolo completo sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 10 ottobre 2020 e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia