Il 14enne di Segrate è ancora in prognosi riservata

Il 14enne di Segrate è ancora in prognosi riservata
Cronaca 19 Febbraio 2017 ore 17:33

SCOPERTO IL TIPO DI VIRUS 

Il quattordicenne segratese ricoverato da sabato all'ospedale San Raffaele è in condizioni stabili, anche se rimane in
prognosi riservata. Le analisi dei medici hanno portato poi all'individuazione del ceppo, che e' risultato essere di sierogruppo C.

"Come accaduto per l'Istituto Curie Sraffa, in seguito al decesso di una docente, anche agli studenti dell'Istituto Pavoniano Artigianelli di Milano, frequentato dal ragazzo, sara' offerta la vaccinazione in un ambulatorio dedicato - ha dichiarato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera - Entro i prossimi giorni ai 200 alunni saranno comunicate le modalita' per accedere alla vaccinazione antimeningococcica quadrivalente ACW135Y. Per chi e'
gia' stato vaccinato per il meningococco C si trattera' di un richiamo, per gli altri sara' un'unica dose necessaria a
garantire la copertura per tutti i ceppi"

Intanto la costituzione di un tavolo di confronto con i massimi esperti lombardi voluto proprio da Gallera ha incontrato il plasuo del  presidente della Commissione Sanità del Pirellone, Fabio Rolfi.

“È necessario potenziare la rete dei servizi in materia di vaccinazioni perché liste di attesa che arrivano al 2019 non sono accettabili, anche nel caso esistesse una richiesta eccessiva da parte delle famiglie - ha rimarcato Rolfi - Proprio per questo motivo ribadisco la necessità di coinvolgere medici e pediatri di famiglia, per favorire un accesso più ordinato alle vaccinazioni, come previsto anche da un ordine del giorno recentemente approvato dal Consiglio regionale. Ciò consentirebbe di moltiplicare i punti di accesso ai vaccini, usufruendo anche di un canale più confortevole per le famiglie. L’integrazione dei servizi e il potenziamento della medicina di base, anche nell’ambito della prevenzione di cui le vaccinazioni sono una parte essenziale, sono due principi cardine della riforma della legge 23 del 2015, che possono essere realizzati anche concretizzando questa proposta.”

 

IL CASO

Un quattordicenne di Segrate è da sabato ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale San Raffaele perché colpito da meningite.

La notizia è stata data dall'assessore al Welfare Giulio Gallera che ha così reso pubblica una comunicazione dell'Ats Citta' Metropolitana.

L'adolescente è stato colpito da sepsi meningococcica, anche se al momento non si conosce ancora il ceppo. Nel frattempo sono stati sottoposti a profilassi antibiotica 25 compagni di classe del ragazzo che frequenta l'Istituto Pavoniano Artigianelli di via Crespi, a Milano, 14 insegnanti, oltre che dodici persone tra familiari e amici.

"Alla luce di questo nuovo caso che segue quello delle scorse settimane che ha coinvolto due donne e una bambina, nonostante il tasso di incidenza dei casi di meningite nella nostra regione sia ancora coerente con quello degli scorsi anni, ho deciso di convocare una riunione affinche' si avvii un approfondimento sul quadro epidemiologico ed eventuali azioni da adottare - ha rimarcato Gallera -  Vogliamo che i cittadini lombardi abbiano la certezza che la loro salute e incolumita' e' obiettivo prioritario per Regione"