Gomme auto, tra test e offerte per le estive

Entro il 15 maggio si dovranno sostituire le gomme invernali con quelle estive

Gomme auto, tra test e offerte per le estive
30 Aprile 2019 ore 13:00

La primavera ormai è arrivata ufficialmente, sia per il meteo che per le regole del Codice della Strada che, come sappiamo, impone sin dal 15 aprile di sostituire le gomme invernali con quelle estive, più adatte al clima stagionale. Gli automobilisti hanno tempo fino al 15 maggio per cambiare gli pneumatici ed evitare le pesanti sanzioni, e dalla Rete arrivano alcuni consigli e informazioni utili per chi è alla ricerca del modello giusto per la propria vettura.

Consigli per chi deve cambiare gomme

Il primo elemento di preoccupazione è rappresentato inevitabilmente dal costo del cambio gomme: in media, per un treno completo bisogna preventivare un budget di almeno 200 euro, anche se per acquistare modelli di marche più prestigiose il prezzo poi lievita. Una possibilità di risparmio arriva dai negozi online come Euroimport Pneumatici, che propone vantaggiose offerte pneumatici anche sulle gomme di brand come Michelin, Nokian, Pirelli, Bridgestone o Goodyear.

Indicazioni sui modelli migliori

Non abbiamo citato a caso questi cinque nomi di Case costruttrici, perché i loro modelli, insieme a quelli di altre sette compagnie, sono finiti sotto il severo giudizio dei tester di Auto Motor und Sport (AMS), che hanno appunto studiato le prestazioni degli pneumatici in dimensione 215/55 R17 (adatta ad esempio alle esigenze di SUV compatti e provati proprio su una Volkswagen T-Roc) per incoronare la miglior gomma estiva del 2019.

Test sulle gomme estive

In linea di massima, i giudici tedeschi hanno segnalato che gli undici modelli esaminati si sono comportati bene nella maggior parte delle prove, ma che nessuno di loro ha saputo davvero stupire e conquistare la valutazione più alta; ciò nonostante, sette pneumatici hanno comunque ottenuto un alto voto di promozione, con la dizione “consigliato”.

Il miglior pneumatico è il Nokian

In questo gruppo di gomme riunite da una valutazione simile spiccano comunque le prestazioni del Nokian Wetproof, che quindi viene definito il vincitore della comparativa: ottimo su asciutto e altrettanto valido sul bagnato, la soluzione proposta dal costruttore finlandese sembra peccare solo perché mostra una elevata resistenza al rotolamento e una risposta alle sollecitazioni dello sterzo un po’ fiacca, che pregiudicano i livelli di comfort alla guida. In definitiva, la gomma conquista 8,8 punti su 10.

Le valutazioni di AMS

Al secondo posto si piazzano gli pneumatici Bridgestone Turanza T005, con 8,6 punti: in questo caso, le prestazioni sono superiori alla concorrenza in tutte le discipline magli esaminatori hanno registrato una “leggera carenza” nella frenata sul bagnato che ha dunque pregiudicato il voto finale. La medaglia di bronzo è andata alla gomma Michelin Primacy 4, a parità di punteggio con il Turanza T005 ma penalizzata nel confronto per prestazioni non all'altezza sul bagnato, dove incorre in problemi di aderenza e scarso drenaggio dell’acqua.

Test comunque positivo

Positivi i pareri anche per le gomme finite appena fuori dal podio: il modello Goodyear EfficientGrip ha ottenuto 8,3 punti, combinando una valutazione alta nei test sul bagnato e nella categoria ambientale e una penalizzazione per la sterzata non spontanea su strade asciutte. Stesso voto anche per il Pirelli Cinturato P7, che ha fatto bene sul bagnato ma sconta difetti in aquaplaning e frenata su asciutto, e per gli pneumatici Hankook Ventus Prime³,che pure ha ottenuto il voto più alto per le prestazioni su asciutto, a cui hanno fatto da contraltare prestazioni non all'altezza sul bagnato.

Seguici sui nostri canali