Comune colorato d'azzurro la protesta dei Giovani Sestesi

Scoppia la polemica sull'illuminazione della facciata del Palazzo municipale. Paolo Vino: "Non mi rappresenta, era meglio quando c'era il Tricolore"

Comune colorato d'azzurro la protesta dei Giovani Sestesi
Sesto, 21 Dicembre 2017 ore 09:30

I Giovani Sestesi bocciano l'illuminazione scelta dall'Amministrazione per le festività natalizie che ha dipinto d'azzurro il Palazzo comunale.

Fiocca la polemica

C'è chi ha salutato la novità con entusiasmo. Come l'assessore Antonio Lamiranda che ha parlato di un "Miracolo di Natale" che sottolinea il cambiamento politico alla guida del Comune. Ma c'è anche chi ha storto il naso. E' il caso dei Giovani Sestesi che criticano duramente l'iniziativa dell'Amministrazione, facendo un paragone con il Tricolore che veniva proiettato sulla torre al tempo del sindaco Giorgio Oldrini.

Vino: "Quel colore non rappresenta i cittadini"

Sesto San Giovanni Paolo Vino
Paolo Vino, segretario politico dei Giovani Sestesi

"Quella della Giunta di Centrodestra è una scelta di cattivo gusto che divide e non unisce i cittadini sestesi". Ha commentato Paolo Vino, segretario politico dei Giovani Sestesi. "Un'iniziativa che dà l'idea di come questa Giunta, impreparata  e incapace,  intende il potere. Quell’azzurro non mi rappresenta, anzi esalta ancora di più, quanto sia stata giusta la scelta da parte della Giunta Oldrini, di proiettare il Tricolore sul palazzone alto. Ci diranno che l’azzurro è il colore della città, così potranno giustificare questo gesto peccato che mancherebbe il bianco. Forse qualcuno dimentica che chi sta al governo è chiamato a rappresentare tutta la città e non può pensare di gestire ciò che è di tutti come se fosse solo suo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter