Giallo di Cologno: “L’ho vista salire sulla finestra, poi in un attimo non c’era più”

Giallo di Cologno: “L’ho vista salire sulla finestra, poi in un attimo non c’era più”
29 Novembre 2016 ore 09:25

Ha ribadito la sua innocenza, ma si sono vissuti momenti vibranti lunedì presso la Corte d’Assise del Tribunale di Monza al processo per il presunto omicidio di Silvana Hyseni, trentunenne albanese precipitata l’1 luglio 2013 dal nono piano di un appartamento popolare di via Einaudi.

Sul banco degli imputati c’è il marito, Zef Lleshi, 33enne connazionale di lei che lunedì ha fornito la sua testimonianza. Si è commosso, ma ha cercato di trattenere le lacrime quando ha descritto il momento fatale. E ha ribadito la sua innocenza.

Il suo racconto su come la donna si sarebbe arrampicata sulla finestra, si deve confrontare con accurate perizie. Ed è da questi particolari che potrebbe nascere la soluzione del caso.

Tutti i dettagli nella prossima edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e sul nostro portale web, nella versione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 3 dicembre.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia