Cronaca

Furto alla farmacia comunale di Trecella

Furto alla farmacia comunale di Trecella. I ladri hanno posizionato alberi tagliati sulle strade di accesso come avvenuto anche sei mesi fa.

Furto alla farmacia comunale di Trecella
Cronaca Cassanese, 04 Ottobre 2017 ore 19:08

Furto alla farmacia comunale di Trecella. Il colpo è stato messo a segno nella notte tra martedì e mercoledì. La farmacia della frazione era già finita nel mirino dei ladri in aprile.

 Colpo fotocopia in farmacia

Il colpo messo a segno dai ladri sembra la fotocopia di quello di aprile. Come sei mesi fa i malviventi, prima di colpire, hanno posizionato sulle strade di accesso alla farmacia, alcuni alberi tagliati.  Un espediente per rallentare l'intervento delle Forze dell'ordine.
Bloccate le strade i ladri hanno tagliato la saracinesca di una vetrina. Poi hanno sfondato il vetro aprendosi così la strada per l’interno del negozio. I malviventi hanno quindi preso di mira la cassa.

Un magro bottino

Nonostante l'intervento di più persone il colpo ha fruttato poco, circa 200 euro in contanti, che si trovavano nelle cassetto del registratore di cassa. Una cifra minima che viene lasciata per poter  iniziare il lavoro  il giorno successivo. I malviventi non  hanno toccato i medicinali, neanche quelli più costosi e appetibili. Nonostante l'esiguità del bottino il furto ha causato danni piuttosto ingenti a causa del taglio di una saracinesca e di una vetrina mandata in frantumi dai ladri.

 

In farmacia non c'è una cassaforte

Sul furto è intervenuto anche il sindaco Angelo Caterina che ha notato diverse somiglianze con il colpo messo a segno in aprile.
«E’ lo stesso modus operandi dell’altra volta con gli alberi posizionati sulle strade per rallentare l’intervento delle Forze dell’ordine - ha commentato il sindaco - Questa volta non sono passati dalla porta ma hanno tagliato la saracinesca di una vetrina. Per rubare poco hanno fatto un danno di qualche migliaio di euro. Dopo l’ultima volta, speravamo che ci lasciassero in pace. Non abbiamo lasciato neanche la cassaforte che, in passato, era stata addirittura smurata. Credo che siano sempre gli stessi che, passato un po’ di tempo, sono tornati per verificare se era cambiato qualcosa».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter