Frattura in maggioranza a Cassano

Non è la prima volta che ci sono posizioni diverse nella coalizione.

Frattura in maggioranza a Cassano
17 Novembre 2017 ore 10:55

Sinistra per Cassano si è astenuta al voto sulle modifiche al Regolamento di Polizia urbana.

Frattura nell’Amministrazione guidata da Maviglia

Le modifiche al Regolamento di Polizia urbana sono state approvate, ma con l’astensione di Sinistra per Cassano. Il capogruppo Giacomo Forcella e il consigliere Pietro Zanaboni hanno infatti preso le distanze dalla decisione dell’Amministrazione guidata da Roberto Maviglia. E non è il primo segnale di una crisi nella maggioranza.

I precedenti

In altri interventi in Consiglio Forcella era già stato critico e una prima frattura si era verificata per la questione “Ananasso” (rimozione di un chiosco bar a forma di ananas dall’area Pignone nell’estate del 2013) che vede il vicesindaco Vittorio Caglio rinviato a giudizio per abuso d’ufficio, falso ideologico ed estorsione in concorso. Sinistra per Cassano chiedeva che lasciasse il suo incarico mentre sindaco e Pd l’avevano difeso.

Il ripensamento

Durante il Consiglio di mercoledì il capogruppo di Sinistra per Cassano è intervenuto sulle nuove norme relative all’elemosina. “Se vedo un ragazzo che chiede soldi per mangiare un panino non lo considero accattonaggio – ha sottolineato – Anzi, dovremmo tutti farci carico di togliere questa umiliazione alle persone. Non siamo all’età del Fascio, non viviamo in uno Stato di Polizia. Questi argomenti vanno valutati e condivisi il più possibile, anche con la cittadinanza. Voterò, ma mi sento a disagio”. Forcella però, dopo altri interventi tra cui quello del sindaco, ci ha ripensato e ha optato per l’astensione.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve