Fiume Lambro, una risorsa anche per Segrate e Peschiera

Presentato oggi, mercoledì 26 giugno 2019, il progetto ReLambro.

Fiume Lambro, una risorsa anche per Segrate e Peschiera
Martesana, 26 Giugno 2019 ore 16:04

Un progetto sul fiume Lambro che coinvolge numerosi partner istituzionali e non.

Fiume Lambro, un capitale naturale

E’ stato presentato oggi, mercoledì 26 giugno 2019, a Palazzo Marino il progetto ReLambro SE, reso possibile grazie ai nuovi finanziamenti di Fondazione Cariplo e alla collaborazione tra Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste), i Comuni coinvolti (Milano, Segrate, Peschiera Borromeo, San Donato Milanese, Melegnano), Parco Nord, enti di ricerca quali il Dipartimento di scienze e politiche ambientali dell’Università di Milano, il Cnr-Irsa, l’Istituto nazionale di Urbanistica, il Dipartimento di architettura e studi urbani del Politecnico di Milano e le associazioni Legambiente Lombardia e Grande Parco Forlanini. Si punta non solo alla realizzazione di una migliore qualità ecologica, ma a considerare il fiume e il suo ecosistema come un vero e proprio “capitale naturale” patrimonio di tutta la società.

Un lavoro che prosegue dal 2013

ReLambro SE (Rete ecologica Lambro metropolitano. Servizi ecosistemici a Sud Est) rappresenta la prosecuzione di due progetti oggetto di co-finanziamento da parte di Fondazione Cariplo: ReLambro, avviato nel 2013 con una fase di studio e proseguito con le prime azioni messe in campo a Ponte Lambro nel 2014 e al Grande Parco Forlanini nel 2016, e Volare (Valorizzare il fiume Lambro nella rete ecologica regionale), avviato nel 2015 e dedicato alla Valle del Lambro dal confine di Milano fino a Melegnano, che ha incluso anche il reticolo idrico della Vettabbia e dell’Addetta. Le attività di riqualificazione previste dal progetto ReLambro, si sono concentrate nella parte Nord orientale della Città di Milano con l’obiettivo di rigenerare il Parco Lambro e le aree rivierasche tra via Rizzoli e via Feltre nel 2018, con interventi attualmente in via di conclusione che consentiranno la restituzione alla naturalità di ampie aree golenali, il rafforzamento di parte del sistema irriguo minore e di quello costituito da siepi e filari, la riorganizzazione delle funzioni pubbliche e fruitive in zone oggi a rischio di esondazione, infine l’avvio di un percorso di rigenerazione ambientale di aree socialmente degradate. Il progetto strategico ReLambro ha consentito la realizzazione di interventi di ricucitura della rete ecologica urbana per la riqualificazione del Lambro Milanese. “E’ solo l’inizio di un impegnativo percorso di riqualificazione dell’area orientale della città, che oggi amplia i suoi confini fino inserire nell’azione di progetto i territori dei Comuni di Segrate e di Peschiera Borromeo, San Donato Milanese e Melegnano, già interessati dal progetto Volare”, hanno spiegato i relatori durante la conferenza stampa.

Diversi interventi

Gli interventi riguarderanno: il recupero di aree con forti pressioni insediative (Comune di Segrate), il rafforzamento della connessione con il sistema Grande Parco Forlanini – Idroscalo, la riqualificazione di ambiti fluviali fortemente modificati nei pressi dell’aeroporto di Linate, la valorizzazione del sistema agro-ecologico dell’area del Carengione (a Peschiera Borromeo), il miglioramento delle connessioni ecologiche tra l’Oasi Levadina e le anse naturalistiche del Lambro, anche rispetto alle pressioni del sistema infrastrutturale (a San Donato), la valorizzazione del fiume e delle aree verdi golenali in ambito urbano per una maggiore vocazione alla fruizione (a Melegnano).

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia