Cronaca
tentate truffe

Finti tecnici del Cap in azione a Rodano, il Comune mette in guardia

Sedicenti impiegati dell'azienda partecipata pretendono di entrare in casa per misurare "il livello di inquinamento da gas dell'acqua potabile". Una bufala.

Finti tecnici del Cap in azione a Rodano, il Comune mette in guardia
Cronaca Melzese, 17 Ottobre 2022 ore 10:56

A Rodano stanno andando in giro predoni che si spacciano per tecnici del Cap. Uno stratagemma per entrare nelle abitazioni, convincere il malcapitato a riporre gli averi in un unico luogo per "proteggerli" e poi fuggire con il bottino.

L'allarme dell'Amministrazione sulle truffe

In questi giorni sono stati segnalati più tentativi di truffa, soprattutto ai danni di anziani.

"Segnaliamo la presenza a Rodano di persone che chiedono di entrare in casa per controllare il 'livello di inquinamento da gas dell'acqua potabile' - hanno informato dal Municipio in un'allerta alla popolazione - Invitiamo i cittadini a non far entrare in casa queste persone, a non credere al tesserino che queste persone portano al collo e a non dare retta alle spiegazioni fornite: il Cap, Consorzio acqua potabile, non chiede di accedere alle abitazioni private.

Segnalate gli eventuali episodi in cui siete coinvolti alla polizia locale (tel. 0292141736) o al Cap (numero verde 800.428.428)"

Nelle scorse settimane un simile tentativo di truffa era stato messo a segno ai danni di un'anziana di Cassina de' Pecchi. I malviventi sostenevano che per il pericolo connesso all'acqua il Cap aveva dovuto interrompere il flusso nel Naviglio.

Il canale è davvero in asciutta, ma per programmati lavori di manutenzione, che nulla hanno a che fare con l'acqua potabile.

Per fortuna della malcapitata, era intervenuto un vicino di casa che aveva indotto i truffatori a battere in ritirata.

Seguici sui nostri canali