Sicurezza

Fase 2 Coronavirus, a Trezzo riaprono parchi, casette dell’acqua e alzaia FOTO

La gente ha cercato di rispettare le distanze, ma non tutto è andato per il verso giusto. Le autorità continuano a monitorare la situazione.

Fase 2 Coronavirus, a Trezzo riaprono parchi,  casette dell’acqua e alzaia FOTO
Trezzese, 05 Maggio 2020 ore 19:29

Fase 2 Coronavirus, primi due giorni di riapertura di alzaia e dei parchi con le casette dell’acqua. Ma le autorità potrebbero anche ripensarci

Fase 2 Coronavirus, A trezzo riaperti i parchi delle casette dell’acqua e l’alzaia

Da ieri pomeriggio, lunedì 4 maggio 2020, hanno riaperto a Trezzo i parchi che al loro interno hanno le casette dell’acqua e l’alzaia. Nei primi si poteva accedere soltanto dopo aver superato il controllo della sorveglianza e in un numero limitato per evitare assembramenti. Sul posto tanti nonni e mamme con bambini piccoli che hanno potuto godere di una bella e calda giornata primaverile dopo due mesi interrotti di isolamento forzato.

Lungo l’alzaia si sono visti i primi pescatori

Lungo il fiume, un po’ timidamente si sono iniziati a vedere i primi pescatori che, a distanza di sicurezza hanno iniziato a gettare la loro lenza in acqua, lungo un corso d’acqua dove negli ultimi mesi a farla da padrone è stata soltanto la natura, tanto che hanno iniziato a vedersi diversi pesci anche a bordo riva, ma anche tartarughe, uccelli selvatici e altre specie animali si sono ripresi l’alzaia.

Le autorità continuano a monitorare la situazione

Il sindaco Silvana Centurelli, tornata da qualche giorno saldamente al comando dopo aver sconfitto definitivamente il Coronavirus, insieme alla Protezione Civile e alle Forze di Polizia sta monitorando la situazione per capire i passi da compiere nei prossimi giorni. “Ho visto un po’ troppa gente in giro in questi giorni e molti provenivano da fuori città – ha ammesso Centurelli – Qualcuno anche senza mascherina che chiacchierava con persone che non facevano parte del nucleo famigliare. E poi anche tanti ragazzi insieme ai loro amici nei parchi. Non va bene, serve più senso di responsabilità. Non possiamo rischiare di innescare nuovi focolai. Non si scherza con questo virus. Lo so perché l’ho vissuto sulla mia pelle”. Centurelli ha detto che potrebbe anche decidere, di concerto con gli altri sindaci di richiudere l’alzaia.

 

5 foto Sfoglia la gallery

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia