Emergenza Coronavirus

Farcom consegna trecentosessanta camici all’azienda ospedaliera

L'azienda partecipata delle farmacie ha donato 120 dispositivi ciascuno agli ospedali di Cernusco, Pioltello e Vizzolo.

Farcom consegna trecentosessanta camici all’azienda ospedaliera
Martesana, 16 Aprile 2020 ore 13:01

Centoventi camici donati all’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio questa mattina, giovedì 16 aprile 2020. Altrettanti sono poi destinati al nosocomio di Melzo e a quello di Vizzolo Predabissi. E’ il dono di Farcom, la partecipata che gestisce dodici farmacie del territorio, per il personale delle strutture sanitarie dell’Est milanese.

Camici donati al personale

La prima tappa si è dunque svolta a Cernusco. Ad accompagnare il presidente di Farcom Claudio Buffo c’erano sindaca e vicesindaco di Pioltello (il maggiore Comune della partecipata), Ivonne Cosciotti e Saimon Gaiotto. Ad accoglierli sono intervenuti il direttore dell’Asst di Melegnano Angelo Cordone, il direttore sanitario dell’Azienda Stefano Schieppati, il direttore del reparto di Terapia intensiva dell’Uboldo, Massimo Zambon e alcuni rappresentanti del personale sanitario della struttura.

L’ospedale con il più basso tasso di mortalità

“La nostra è una vera squadra e quando si è squadra i risultati si vedono – ha detto Cordone nel ricevere il dono – Basti pensare che quella dell’ospedale di Cernusco è una delle Rianimazioni più performanti di tutta la Lombardia, con la percentuale più bassa di mortalità. Siamo stati sempre qua, dal direttore sanitario agli addetti alle pulizie”.

“Giochiamo la stessa battaglia”

“Il nostro dono è una goccia nel mare, ma è un modo per fa sentire che siamo tutti uniti nella stessa battaglia”, ha detto Cosciotti. “Il nostro intento era confermare che Farcom è una realtà vicina ai cittadini, anche aiutando le istituzioni che forniscono loro servizi”, ha aggiunto Buffo.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia