Espulso dall'Italia era tornato per rubare

E' stato fermato dai carabinieri.

Espulso dall'Italia era tornato per rubare
Cronaca Cassanese, 20 Febbraio 2018 ore 16:48

Espulso dall'Italia, è stato trovato non solo nel nostro Paese, ma con addosso grimaldelli e attrezzi da scasso.

Espulso dall'Italia, era tornato... per rubare

Lunedì sera a Bellinzago Lombardo, i carabinieri della stazione di Gorgonzola hanno arrestato per il reato di reingresso illegale sul territorio nazionale un 23enne cileno, pregiudicato. L’uomo, in compagnia di un coetaneo argentino, era stato notato aggirarsi con fare sospetto in alcune vie del centro lombardo. Sottoposti a perquisizione personale, i due sudamericani venivano trovati in possesso di cacciaviti, guanti in gomma e una torcia, venendo pertanto denunciati per possesso ingiustificato di grimaldelli.

Verificata la presenza irregolare

Al termine di un appurato controllo, è emerso che il cileno era stato già espulso dall’Italia nel febbraio 2014 con divieto di ritorno per 5 anni, a seguito di misura alternativa alla detenzione disposta dal Tribunale di Milano poiché condannato alla pena di un anno di reclusione per un furto commesso nella provincia di Milano. L’arrestato è stato quindi tratto in arresto e giudicato in mattinata  per direttissima  ove veniva rimesso il libertà con applicazione della misura cautelare del divieto di dimora in Lombardia.